Chi è FABIO MEARINI (Cash or Trash): L’antiquario che guarda al futuro

Sei in: Home > News > Spettacoli > Chi è FABIO MEARINI (Cash or Trash): L’antiquario che guarda al futuro

Clicca per ascoltare l'articolo.

Era già successo in altre puntate che Giano Del Bufalo non fosse presente a “Cash or Trash” con i venditori limitati a quattro. In una puntata della seconda stagione, invece, Paolo Conticini ha presentato Fabio Mearini a prendere il posto di Giano. Fabio Mearini non è l’ultimo arrivato, anzi, nel mondo dell’arte è una vera personalità e quindi la qualità della trasmissione non ne risente. Se, però, il nome di Fabio Mearini non ti dice niente, allora ecco la sua storia.

Leggi le storie degli altri mercanti d’arte di “Cash or Trash”:

30 ANNI DI ESPERIENZA

Fabio Mearini aprì la sua prima galleria d’arte nel 1984 in via Boncampi a Perugia salvo poi trasferirsi in corso Vannucci 107. Ora si trova in via Cesare Fani 10 di fronte alla Galleria Nazionale Dell’Umbria e a pochi passi dalla splendida Fontana Maggiore progettata da frà Bevignate da Cingoli e realizzata dal fonditore Rosso Padellaio e da Giovanni Pisano e suo figlio Nicola.

Traslochi che sono coincisi con una crescita esponenziale della sua attività: da negozio di piccola oggettistica a importante Galleria d’arte con una esposizione strutturata su due piani. Qui si trovano sculture medievali di legno e marmo bianco, Cristi lignei e quadri del ‘500, arredi, quadri, sculture, mentre in una seconda sede espositiva in Corso Vannucci 10 si trova la collezione d’arte Medievale e Rinascimentale.

PARTECIPA AI MIGLIORI EVENTI

La Galleria d’arte di Fabio Mearini si chiama “Mearini Fine Art” che è l’ultima espressione delle precedenti attività dell’esperto d’arte (tra cui la “F&F Antichità”). Si tratta di una Galleria prestigiosa apprezzata in tutto il mondo dell’arte anche grazie alla partecipazione alle più importanti esposizioni, da “Modenantiquaria” all'”AMART” di Milano, dal “Flashback” di Torino al “Gotha” di Parma.

Poi ci sono le mostre di artisti che hanno fatto la storia. Ad esempio, dal 10 giugno al 24 luglio 2022 ha organizzato una mostra dedicata al grande Maestro Anselmo Bucci (1887 – 1955).

Il suo negozio è stato anche scelto per girare la fiction “La signora Volpe” con l’attrice britannica Emilia Fox. Nella scena si vede l’attrice acquistare due bussole-orologi a meridiana del Settecento del valore di circa 600 euro ciascuna.
Siamo ad altissimi livelli.

ARTE ANTICA, MENTALITÀ MODERNA

Fabio Mearini è un grande esperto d’arte, ma è anche un ottimo imprenditore. Al magazine “Quattrocolonne news”, ad esempio, ha spiegato come è cambiato il mondo dell’arte e come lui ha sapute reinventarsi:

«Una volta si comprava per arredare, ora si colleziona. Anni fa ci si comprava il cassettone della nonna da mettere in camera, ora non va più di moda. Con il Covid abbiamo valutato, restaurato e studiato meglio le nostre opere. C’è stato un accrescimento economico perché abbiamo scoperto degli oggetti, delle sculture, che non conoscevamo».

 

Foto: Mearini Fine Art
Fonti: quattrocolonne-news.it

© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top