Domanda: Il mio televisore non è adatto per il cambio e devo cambiarlo, ma non mi va di spendere centinaia di euro, posso usare un decoder?

Tutti sanno che la tv sta cambiando (e se non lo sai, leggi il nostro articolo sul perché dobbiamo cambiare il televisore per vedere la tv?) e questo ci impedisce di guardare i canali tv come è sempre stato negli ultimi anni. L’opzione principale resta quella di cambiare il televisore oppure possiamo acquistare un decoder.

MA IL MIO TELEVISORE È NUOVO!

Appunto, la questione è proprio questa: ma se ho un televisore acquistato nel 2016, come se fosse nuovo, bello, piatto, si vede tutto bene, perché dovrei cambiarlo? La risposta è perché altrimenti non vedi i canali televisivi (a meno che non sia già DVB-T2, anche se è difficile: per capirlo esegui il test descritto nel nostro articolo). Ci rendiamo conto che aver speso alcune centinaia di euro per acquistare un prodotto che ancora oggi va alla grande e doverlo rottamare per acquistarne un altro faccia venire un po’ i nervi (volendo c’è il Bonus Tv del Governo che rimborsa il 20% dell’acquisto fino ad un massimo di 100 euro di rimborso, qui trovi tutte le informazioni) ma per fortuna c’è il piano B, il decoder.

PERCHÉ SÌ, PERCHÉ NO

PERCHÉ SÌ AL DECODER

  • Costa di meno
  • Puoi mantenere lo stesso televisore
  • Alcuni possono essere connessi in WiFi e puoi usarli come media center per guardare foto o video che hai sullo smartphone
  • Alcuni possono essere utilizzare per guardare lo streaming
  • Non occupano spazio

PERCHÉ NO AL DECODER

  • Perché è un impiccio in più per casa
  • Perché sono tutte “cinesate”
  • Perché avrai due telecomandi: con quello della tv accendi il televisore, con quello del decoder cambi i canali
  • Perché già che ci sei ti prendi un televisore con uno sconto
  • Hai l’occasione per acquistare una Smart Tv connessa a internet su cui puoi vedere i servizi di streaming ecc.

Questi sono gli aspetti che potresti pensare nella valutazione sull’acquisto di un decoder. Ecco, alcune sono corrette, altre meno.

UN ASPETTO IMPORTANTE DA CONSIDERARE: LO STREAMING

Oggi siamo nell’era dello streaming tv. Quando si parla di “nuovo digitale terrestre” si intendono i canali televisivi tipo la Rai, Mediaset, La7, le tv private locali ecc., non Netflix, Prime Video, Disney+, Dazn ecc. Nel caso dello streaming, puoi avere un qualsiasi televisore che la situazione non cambia. Quindi, capisci bene se vale la pena spendere nuovamente centinaia di euro per guardare il telegiornale (che comunque puoi guardare su Mediaset Play, Rai Play, il sito de La7 ecc.).

IL BONUS DECODER

Il Governo ha previsto anche un Bonus per l’acquisto di un decoder completamente compatibile con gli standard DVB-T2 – HEVC Main10. Il Bonus TV – Decoder ha un valore fino a 30 euro o al prezzo di vendita se inferiore, è già disponibile e lo sarà fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate. Si rivolge alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Il contributo sarà riconosciuto per nucleo familiare (solo un utente per nucleo potrà riceverlo per l’acquisto di un solo apparecchio).
Come da istruzioni sul sito del Ministero, per beneficiare del contributo, bisognerà presentare al venditore apposita richiesta (il modulo per la presentazione della richiesta del Bonus si scarica qui), contenente dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, nella quale si dichiara che il nucleo familiare di cui si fa parte rientra nella I o II fascia ISEE e che i componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del contributo.
A quel punto si potrà ottenere uno sconto praticato dal venditore.

Non vale per tutti i venditori, ma solo per quelli aderenti all’iniziativa, la cui lista puoi trovare qui.

BEST OF 3: I DECODER DVB-T2 MIGLIORI AL MOMENTO

Ovviamente ognuno ha una soluzione preferita, e se vuoi cambiare televisore, ok, nel caso optassi per il decoder, ecco 3 opzioni che abbiamo selezionato per te fra le centinaia a disposizione. Ti abbiamo risparmiato il tempo. Considera che molti di quelli che troverai in giro sembrano corretti, poi se vai a leggere le recensioni, le valutazioni ecc. ti rendi conto che hanno mille problemi.
Ovviamente aggiorneremo questa lista con le novità che usciranno nel tempo.

L’ECONOMICO: DIGIQUEST DGQ990 HD

Costa 39,90 euro (ma è in offerta a 35,90) ed è Amazon’s Choice e il migliore per Altroconsumo. Per la visione dei canali è molto facile, si collega al televisore tramite cavo HDMI e lui automaticamente fa la ricerca dei canali. Fra le altre opzioni ci sono:

    • Mediaplayer: È anche un lettore multimediale tramite chiavetta USB con cui vedere foto, video, ascoltare musica ecc.
    • Ha due telecomandi inclusi: uno ha i tasti grandi (ottimo per gli anziani) e uno con i tasti standard.
    • Funzione CEC: permette di controllare il televisore tramite il telecomando del decoder.
    • Funzione LCN: è l’ordine automatico del numero dei canali (quindi Rai 1 HD sta a 501 e non su 1, ma si può cambiare disattivando la funzione).
    • Funzione PVR: Permette la videoregistrazione e di mettere in pausa la diretta.
    • Supporta il WiFi (ma serve una chiavetta WiFi esterna)

IL COMPROMESSO: DIGIQUEST EASY SCART HD

Costa un po’ di più (44,90 euro) ma è la soluzione ideale perché è piccolo e si applica direttamente alla presa SCART (uscita video SD) o all’HDMI (uscita video HD) dietro il televisore: in pratica sembrerà non avere alcun decoder. Nel caso dell’HDMI, si può incollare dietro al televisore con un supporto adesivo.
Nel caso si voglia collegare ad un televisore non HD ma solo SCART e sulla tv si abbia un ingresso SCART non compatibile, serve un’aggiunta semplice tipo questa.
Ha molte funzionalità che la rendono perfetta per ogni esigenza.

    • Alexa: Se collegata con un dispositivo Echo di Amazon può essere controllata con la voce grazie ad Alexa.
    • Telecomando: Nel caso non si abbia un dispositivo Echo o non si vogliano usare i comandi vocali, si può usare il telecomando incluso.
    • Mediaplayer: Permette di vedere foto o ascoltare musica.
    • Funzione CEC: Puoi controllare il decoder tramite il telecomando del televisore.
      Funzione EPG: La guida elettronica dei programmi tv.
    • Funzione PVR: Permette la registrazione su una chiavetta USB esterna.
    • Televideo
    • Giochi: Contiene 3 giochi (Serpente, Tetris, Gomoku)
    • Parental Control
    • Connessione WiFi: Si connette tramite un dongle WiFi che è incluso. Si può connettere anche via cavo Lan.

IL TOP: TELESYSTEM UP T2 4K

Costa tanto, meno di un nuovo televisore, ma molto più degli altri decoder, però vale il prezzo perché oltre alle funzioni di un ottimo decoder del digitale terrestre (ma non ha la funzione PVR per registrare), unisce anche le funzioni di un box Android Tv che trasforma il televisore anche datato in una smart tv:

    • Tante app: Connettendoti a internet (tramite WiFi o a una rete Lan) puoi accedere a Google PlayStore e scaricare app come PrimeVideo, Dazn ecc. Nel caso non si riuscisse ad installarle (ma è raro), la soluzione è quella di scaricare l’app tramite file (.apk) e poi installarla manualmente tramite USB.
    • Collegamento diretto: Tramite telecomando si può accedere automaticamente a Youtube, a PrimeVideo e a Google Assistant.
    • Google Assistant: Con il tasto sul telecomando si possono utilizzare i comandi vocali.

quootip | back to top