I film di Bud Spencer, in coppia con Terence Hill o da solo, ci appassionano da sempre. Ancora oggi sono seguitissimi quando passano in televisione e sui social ci sono migliaia di appassionati che si incontrano per scambiarsi le battute dei suoi film. Dietro l’attore Bud Spencer, però, c’è una storia di un uomo grandissimo che non si è mai fermato, che ha sempre avuto la forza di reinventarsi. Oggi per tutti è stato soprattutto un grande attore, ma la sua vita meriterebbe di essere raccontata in un film.
Per conoscerlo meglio, ecco una serie di curiosità, alcune le conoscerai, ma siamo sicuri che molte saranno delle novità!

Leggi anche:
Le curiosità della coppia Bud Spencer e Terence Hill
Le curiosità su Terence Hill
Dove vedere i film di Bud Spencer e Terence Hill in streaming
Tutte le coppie di attori che li hanno imitati 

• È nato a Napoli il 31 ottobre 1929 in via Generale Giordano Orsini 40 a Napoli.

• Il suo vero nome è Carlo Pedersoli.
• Si iscrive la prima volta all’Università di Roma nella facoltà di Chimica. È il 1946 e ha soli 17 anni.
• Il nome d’arte è dato dalla birra Budweiser (Bud) e dalla star di Hollywood Spencer Tracy (Spencer).
• Aveva una passione per la filosofia, da Platone ad Aristotele, da Cartesio a Kant.
• Parlava sei lingue: italiano, inglese, spagnolo, francese, portoghese e tedesco.
• Una ricetta di fagioli porta il suo nome, la cosiddetta “fagioli alla Bud Spencer”: si basa su un soffritto in olio extravergine d’oliva di cipolle, carote, sedano, peperoncino verde piccante e peperoncino rosso calabrese. Con l’aggiunta di fagioli borlotti, precedentemente lessati, che poi verranno bagnati nella birra. A questo punto avviene l’aggiunta della salsa di pomodoro e infine della farina, in grado di compattare il tutto.
• Sul sito di Bud Spencer si possono acquistare delle lattine di questa ricetta al prezzo di 3,39 euro per barattolo.

Fagioli alla Bud Spencer - Quootip

Fagioli alla Bud Spencer in vendita sul sito.

• È arrivato a pesare fino a 156 kg.
• In vita ha scritto due libri: “Altrimenti mi arrabbio. La mia vita” (2010), “Mangio ergo sum. La vita di Bud Spencer” (2016).
• Era tifoso del Napoli e simpatizzante della Lazio.
• Si è candidato alle elezioni regionali del 2005 nelle liste di Forza Italia, ma non fu eletto.
• È stato un nuotatore professionista di successo: è il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 m stile libero nel 1950 (59″5) per poi superarsi nel 1951 (58″9) e non solo. Ha partecipato a due finali agli europei di Vienna e ha vinto due medaglie ai Giochi del Mediterraneo di Alessandria d’Egitto e l’oro ai Giochi del Mediterraneo di Barcellona come pallanuotista (è il centravanti della squadra). Ha anche partecipato alle Olimpiadi di Roma del 1960. Nuotava per la SS Lazio Nuoto e per le Fiamme Oro.

• Ha praticato anche altri sport oltre al nuoto: pugilato, rugbista (seconda linea), lotta greco-romana.
• Prima del cinema ha avuto mille vite. Abbiamo scritto che è stato un nuotatore professionista, ma è stato anche: impiegato presso il consolato italiano di Recife (Brasile), operaio in una catena di montaggio, come chimico (a Roma aveva iniziato a frequentare la facoltà di Chimica), bibliotecario del River Plate (in Argentina), e segretario dell’ambasciata italiana a Montevideo (Uruguay), come operaio in un’impresa impegnata nella costruzione della strada di collegamento tra Panama e Buenos Aires nel tratto tra il Venezuela e la Colombia, come pilota del’Alfa Romeo di Caracas (Venezuela), autore di canzoni e colonne sonore per la RCA, documentarista per la Rai, imprenditore, scrittore e produttore cinematografico (prima di diventare attore).
• È stato autore di canzoni per vari artisti, come Ornella Vanoni (“Ogni sera”) e Nico Fidenco (“Cleopatra”, “Non mi chiedi mai”).
• Ha lanciato una linea di jeans nel 1976.
• È stato fra i fondatori della compagnia aerea Mistral Air.
• Aveva la passione per il volo: aveva la licenza di pilota di linea e di pilota di elicottero (e infatti lo pilota in molti film) per l’Italia, la Svizzera e gli Stati Uniti. In totale ha collezionato 1.000 ore di volo su elicottero e 2.000 ore su un aereo.
• Si è sposato il 25 febbraio 1960 con Maria Amato, figlia del produttore cinematografico Giuseppe Amato. Fu un amico di suo suocero, Giuseppe Colizzi, a chiedergli se voleva provare con il cinema. Lui all’iniziò era indeciso e fu sua moglie a convincerlo.
• Ha esordito al cinema come comparsa nel 1950 in “Quel fantasma di mio marito” seguito nel 1951 nel kolossal hollywoodiano “Quo vadis”. Lo vediamo anche in “Un eroe dei nostri tempi” dove era il fidanzato geloso di Marcella.

Bud Spencer in Un eroe dei nostri tempi - Quootip

In “Un eroe dei nostri tempi” (fonte).

• L’esordio al cinema come protagonista poteva saltare: non tanto perché lui era indeciso, quanto perché aveva chiesto 4 milioni di lire (doveva pagare delle cambiali di quell’importo) mentre l’offerta era di 1 milione. Inoltre era restio a farsi crescere la barba, non parlava inglese (parlava bene lo spagnolo) e non sapeva andare a cavallo. Quel set gli avrebbe cambiato la vita: fu lì che conobbe Terence Hill. Il film era “Dio perdona… io no!”.
• Con Terence Hill ha girato 18 film, 16 da protagonisti in coppia, 2 senza mai incontrarsi (“Annibale” e “Il corsaro nero”).
• Fu in “Dio perdona… io no!” che Carlo e Mario furono spinti a cambiare i loro nomi perché “troppo italiani” per un western che ambiva al mercato internazionale.
• Con Terence Hill ha girato 18 film, 16 in coppia e 2 senza mai incontrarsi (“Annibale” e “Il corsaro nero”).
• Bud Spencer non era molto convinto di girare “Lo chiamavano Trinità”, ma si decise quando vide ridere sua moglie mentre leggeva la sceneggiatura.
• L’idea della trilogia di “Piedone” è dello stesso Bud Spencer.
• Nel 1999, la rivista “TIME” lo classifica al primo posto (Terence Hill secondo) nella classifica degli attori italiani più famosi del mondo.
• Nel 2010 ha ricevuto insieme a Terence Hill il David di Donatello alla carriera.
• Nei suoi film è stato quasi sempre doppiato. Ecco chi lo ha doppiato: Sergio Fiorentini, Giuseppe Rinaldi e Bruno Persa, Nino Pavese, Ferruccio Amendola, Giancarlo Maestri, Sergio Graziani, Roberto Villa e soprattutto Glauco Onorato in quasi tutti i film (soprattutto in tutti quelli con Terence Hill).
• In Germania c’è un verbo ispirato da lui: “sich budspenceren”. Tradotto come “picchiare come Bud Spencer”.
• La prima città ad avergli dedicato una strada è Fontevivo in provincia di Parma, il 1° giugno 2019.
• C’è un parco in suo onore ma non a Napoli o a Roma, bensì a Budapest (Ungheria). È il Bud Spencer Park. A Budapest si trova anche una statua alta 2,40 metri e dal peso di 500 kg. Alla base c’è l’incisione “Mi sohasem veszekedtünk” (“Non abbiamo mai litigato”, frase pronunciata da Terence Hill). Si trova sulla Corvin Promenade di Budapest (fermata della metropolitana Corvin-negyed).

Bud Spencer statua - Quootip

La statua a Budapest (fonte).

• Anche in Italia c’è una statua di Bud Spencer, a Livorno.
• È morto a Roma il 27 giugno 2016 alle 18:15 a causa di serie complicazioni derivate da una caduta in casa.
• Al termine del suo funerale, amici e fans hanno cantato la canzone “Dune Buggy” di “Altrimenti ci arrabbiamo!”.
• È sepolto al cimitero del Verano a Roma, a Monte Portonaccio, di fronte al secondo gradone, cappella V.

Tomba di Bud Spencer - Quootip

La posizione di dove si trova la tomba di Bud Spencer al Verano (fonte).

© Riproduzione riservata.