Domanda: Ho sentito parlare di una card protector che protegga carte di credito e le smart key dai ladri. Come funzionano?

Viviamo in un mondo sempre più wireless, il che è molto comodo, ma è anche una manna per i ladri. Ormai i sistemi di furti d’auto sono sempre più semplici: basta un apparecchio che capta il segnale radio della smart key per clonare la chiave e aprire l’auto. Idem per le carte di credito: con il contactless è facilissimo clonare le carte. Ecco perché serve un card protector.

PERCHÉ SERVE UN CARD PROTECTOR

Una volta i ladri rubavano le auto usando un piede di porco, spaccando un vetro o altri metodi manuali, ma oggi è molto più facile e infatti i furti d’auto sono all’ordine del giorno (leggi il nostro articolo). È il sito di LoJack, società specializzata nei sistemi telematici dell’automotive e nel recupero di auto rubate, a spiegare due metodi molto usati oggi:

1) Una nuova chiave: Al ladro, dotato di un’apposita apparecchiatura, basta connettersi alle porte OBD (diagnostica a bordo) del veicolo per accedere all’unità di controllo elettronico e ottenere una nuova chiave in meno di un minuto e in alcuni casi anche in meno di 15 secondi.

2) Relay Attack: Bastano due semplici ripetitori in radiofrequenza, che consentono di far rimbalzare la comunicazione tra l’auto e la sua chiave anche quando questa è a distanza. Per capire meglio, il dispositivo capta il segnale della chiave e lo aziona aprendo così l’automobile che viene ingannata: è come se la chiave fosse vicina all’auto, in realtà si trova molto lontana. Non solo, questi dispositivi raggiungono il segnale anche attraverso i muri.

Poi c’è il contactless delle nuove carte di credito e di debito. Basta avvicinare la carta al lettore e si autorizza il pagamento. Il problema è che la stessa cosa può esser fatta anche da altri lettori gestiti dai ladri che devono semplicemente avvicinarsi alla persona per far scattare il contactless rubandogli soldi.

COME PROTEGGERSI USANDO UNA CARD PROTECTOR

Per evitare che i malintenzionati entrino in contatto con i nostri dispositivi wireless bisogna proteggerci. In fondo è ciò che facciamo con le reti wifi di casa: usiamo una password, e lo stesso dobbiamo fare con carte e smart keys. Come? Usando un card protector dentro cui inserire gli oggetti che non vogliamo vengano clonati.
Funziona con il principio della “gabbia di Faraday“: un contenitore in materiale elettricamente conduttore (o conduttore cavo) in grado d’isolare l’ambiente interno da un qualunque campo elettrostatico presente al suo esterno. In pratica, è un contenitore che protegge ciò che si trova al suo interno che così non può essere intercettato dall’esterno e né esso può emettere il suo segnale all’esterno.
Per capire meglio, una volta che la chiave è all’interno di questi contenitori, la chiave non sarà più intercettabile dall’esterno ma neanche potrà essere usata per aprire l’auto.

Questi dispositivi bloccano tutti i segnali tra cui WiFi, cellulare, Bluetooth, GPS, RFID, NFC

CARD PROTECTOR PER LE CARTE DI CREDITO/DEBITO

Il modello di plastica dura. È un contenitore molto sottile in plastica dentro cui inserire la carta. Lo spazio è adatto per una sola carta, quindi serve un contenitore per ciascuna carta. Su Amazon.

Il modello a carta: È un pezzo di plastica che va posizionata sopra la carta che si vuole proteggere. Ad esempio nello scomparto del portafoglio, va inserita questa sopra la carta. Ovviamente ne serve una per carta. Su Amazon.

CARD PROTECTOR PER LE CHIAVI, SMARTPHONE ecc.

Il modello a portachiave (per le chiavi): Vale per ogni smart keys, quindi sia per quelle dell’auto ma anche quelle che aprono altri tipi di porte. Si tratta di pratici portachiavi a busta, al cui interno va inserita la chiave. Su Amazon

Il modello a portafoglio: Chi ama un sistema più pratico, c’è anche il Card Protector a portafoglio. Si tratta di un normalissimo portafoglio dentro cui inserire banconote, monete, carte, assegni ecc. È realizzato in un materiale schermato anti RFID che protegge i microchip delle carte. Le dimensioni sono 10,7 x 8,6 x 1,7 cm (chiuso e vuoto) e pesa appena 70 grammi da vuoto. Su Amazon.

Il modello a sacca (per smartphone, chiavi, carte ecc.): È una tasca di dimensioni 20 x 10 al cui interno si possono inserire smartphone (fino a 6 pollici), chiavi, carte e tutto ciò che non vuoi che venga intercettato dall’esterno. Su Amazon.

CARD PROTECTOR PER I VIAGGI

Chi viaggia molto e vuole una soluzione unica al cui interno inserire tutto ciò che vuole proteggere può optare per questo prodotto. C’è in due formati (M: 25×28 e L: 35×45) e all’interno ci si possono inserire le chiavi dell’auto, lo smartphone (formato M), il tablet (formato L), il passaporto, le carte di credito, e tutto ciò che può essere intercettato dai malintenzionati. Su Amazon.

 

Foto: Travando (Amazon)

quootip | back to top