Domanda: Mi sono sempre chiesto, quali sono le auto più rubate in Italia? Inoltre, poi vengono ritrovate?

Il furto di un’auto è un momento terribile e purtroppo il fenomeno non tende ad arrestarsi, anzi. Il servizio di LoJack, società del Gruppo CalAmp che si occupa di soluzioni telematiche per l’automotive e nel recupero dei veicoli rubati, ha analizzato i dati del 2020 del Ministero dell’Interno e li ha integrati con quelli provenienti da altre elaborazioni e report nazionali e internazionali.
In base ai dati sui furti abbiamo la possibilità di scoprire molto sul triste fenomeno delle auto rubate.

LA TOP TEN DELLE AUTO RUBATE

Partiamo dal dato generale. Nel 2020 in Italia ci sono stati 102.708 veicoli rubati (la somma dei furti d’auto negli ultimi 10 anni è di oltre 682.805 mila auto su un totale di 1.005.778 mezzi rubati).
Le auto più rubate sono:

  1. Fiat Panda: 7.415 furti
  2. Fiat Punto: 5.252 furti
  3. Fiat 500: 6.889 furti
  4. Lancia Ypsilon: 2.930 furti
  5. Volkswagen Golf: 1.491 furti
  6. Smart ForTwo: 1.381 furti
  7. Renault Clio: 1.324 furti
  8. Ford Fiest: 1.138 furti
  9. Opel Corsa: 821 furti
  10. Fiat Uno: 718 furti

È curioso il dato della Fiat Uno, un’auto che non viene più prodotta da anni e che comunque ancora ha il suo appeal per i ladri d’auto.

QUANTE AUTO SONO STATE RECUPERATE?

Poche, appena il 38%, in pratica, poco più di una su tre auto rubate. Poi dipende dal tipo di veicolo anche se la percentuale non si discosta di tanto:

  • Autoveicolo: 66.110 furti (37% di recuperi)
  • SUV: 2.687 furti (33% di recuperi)
  • Motoveicoli: 25.273 (37% di recuperi)
  • VAN: 6.203 furti (49% di recuperi)
  • Mezzi pesanti: 2.435 furti (28% di recuperi)
LE REGIONI CON IL MAGGIOR NUMERO DI FURTI

Ovviamente ci sono regioni più sicure e altre meno. Ecco le regioni dove c’è uno stato di allerta furti perché in queste aree si registra l’83% dei furti nazionali.

  • Campania: 26%
  • Lazio: 18%
  • Puglia: 17%
  • Sicilia e Lombardia: 11%
DOVE FINISCONO LE AUTO RUBATE?

La statistica ci dice che se l’auto non viene ritrovata nelle prime 24 ore diventa difficilissimo ritrovarle. Ok, ma dove finiscono? Analizzando i dati della Polizia e dell’Istat si è scoperto che il fenomeno dei furti d’auto su commissione, destinate ai mercati dell’area balcanica (tipo Serbia, Albania e Slovenia) oppure verso l’Africa, l’estremo Oriente o il Brasile, è in crescita.
Un altro modo per riciclare le auto rubate è il mercato dei pezzi di ricambio.

E NEL 2019?

Questa era la lista delle auto più rubate nel 2019 (dati del Ministero dell’Interno):

  1. Fiat Panda: 11.299 furti (Recuperi: 52%)
  2. Fiat 500: 7.989 furti (Recuperi: 45%)
  3. Fiat Punto: 6.664 (Recuperi: 33%)
  4. Lancia Ypsilon: 4.540 furti (Recuperi: 41%)
  5. Volkswagen Golf: 2.301 furti (Recuperi: 26%)
  6. Alfa Romeo Giulietta: 1.965 furti (Recuperi: 52%)
  7. Ford Fiesta: 1.953 furti (Recuperi: 32%)
  8. Smart Fortwo: 1.794 furti (Recuperi: 28%)
  9. Renault Clio: 1.772 furti (Recuperi: 33%)
  10. Fiat 500 L: 1.627 furti (Recuperi: 49%)

A livello di regioni, invece, la situazione è la stessa del 2020:

  • Campania: 23.554 (Recuperi: 33%)
  • Lazio: 17.021 (Recuperi: 26%)
  • Puglia: 16.389 (Recuperi: 34%)
  • Sicilia: 13.178 (Recuperi: 39%)
  • Lombardia: 10.013 furti (Recuperi: 37%)
E NEL 2021

La situazione si può calcolare per i primi mesi ed è peggiorata, anche se è facile perché nei primi mesi del 2020 c’è stato il lockdown. In generale, c’è stato un incremento del 25% nel periodo gennaio-maggio.

 

Foto: TheDigitalWay (Pixabay)

quootip | back to top