“Love it or List it – Prendere o Lasciare” è uno dei programmi tv più visti e amati non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Nato in Canada, la prima puntata andò in onda l’8 settembre 2008 e da allora non si è più fermato. È arrivato a 18 stagioni, è stato trasmesso in 17 Paesi ed ha avuto diverse edizioni con altri venditori e costruttori: molti personaggi anche famosi, da Hillary Clinton a Julianne Moore, hanno ammesso che è fra i loro programmi preferiti. Quindi, scopriamolo meglio.

Leggi anche:
Chi è Hilary Farr di “Love it or List it – Prendere o Lasciare”
Chi è David Visentin di “Love it or List it – Prendere o Lasciare”

Come funziona “Love it or List it – Prendere o Lasciare”

La formula è semplice ma vincente: puntare sul desiderio di rinnovamento che alberga in molti proprietari di case, indecisi tra ristrutturare la propria abitazione o voltare pagina con un nuovo acquisto. Ogni episodio segue un filo conduttore ben preciso. La puntata si apre con una coppia o una famiglia che presenta la propria casa a due professionisti diametralmente opposti: una designer d’interni e un agente immobiliare. Questi cambiano a seconda delle edizioni nei vari Paesi.

La designer si mette al lavoro per ripensare alcuni spazi della casa in base ai desideri e al budget dei proprietari. Supervisiona quindi i lavori di ristrutturazione e costruzione, trasformando stanze vecchie e inutilizzate in ambienti funzionali e dal design accattivante. Contemporaneamente, l’agente immobiliare si mette alla ricerca di proprietà sul mercato che possano soddisfare le esigenze e le tasche dei protagonisti. Il suo obiettivo è convincerli a mettere in vendita la loro vecchia casa per abbracciare una nuova vita in un immobile diverso.

Giunti al termine della ristrutturazione e dopo aver visitato le case proposte da David, arriva il momento clou della puntata. I due protagonisti pongono ai proprietari la fatidica domanda: “Prendere o Lasciare?”. La scelta è drastica: “Prendere” significa amare la propria casa rinnovata da Hilary e decidere di continuare a viverci. “Lasciare”, invece, implica accettare le proposte di David, acquistare una delle case selezionate e mettere in vendita la vecchia abitazione.

Il segreto è la chimica fra i protagonisti

Questo è il vero segreto dello show. Perché vanno bene le ristrutturazioni o la ricerca delle case, ma la vera novità è il rapporto fra i due protagonisti, il designer e l’agente immobiliare. Sono le loro frecciatine, le punzecchiature che rendono lo show interessante. Attenzione, però, ci hanno provato in molti, anche in Italia, ma non riesce se queste non sono reali. Si capisce quando i protagonisti fanno finta di attaccarsi e in quel caso non funziona.
Questo e anche le reazioni emotive dei proprietari in corso d’opera. Quando sorgono problemi nella ristrutturazione o quando l’agente immobiliare non riesce a trovare case giuste, i proprietari perdono la pazienza. È questa sensazione di verità a rendere lo show unico. Che poi è quello che c’era all’inizio in “Masterchef”, prima che cambiassero lo show da una gara culinaria ad altissimo livello dove l’errore non era ammesso a una gara culinaria dove però sembra contare più la storia, l’emotività, i sentimenti che il vero talento in cucina.

E lo rivelano gli stessi protagonisti durante un’intervista al magazine “People”: «I nostri litigi bonari sono ciò che ha contribuito al successo della loro serie»

Quanti spin-off!

Abbiamo scritto che molti hanno provato a copiarlo, ma senza riuscirci (e pensiamo anche a una trasmissione italiana). Forse perché dietro non c’è stata la produzione originale capace di trovare i personaggi giusti. Se l’originale (quello con Hilary Farr e David Visentin) è inarrivabile, infatti, gli spin-off non sono stati da meno:

• “Love It or List It Vancouver” (o “Love it or List it Too in the US”) con Jillian Harris and Todd Talbot.
• “Kirstie and Phil’s Love It or List It” con Kirstie Allsopp and Phil Spencer.
• “Love It or List It Vacation Homes” con Dan Vickery e Elisa Goldhawke.
“Vendre ou renover au Quebec” con Maika Desnoyers and Daniel Corbin.
• “Love It Or List It Australia” con Andrew Winter and Neale Whittaker.

In Italia vediamo, oltre all’originale, le versioni Vancouver, UK e Australia.

Chi è Todd Talbor (Love It or List It Vancouver)

Nato il 12 giugno 1973 a Vancouver, Todd Talbot ha iniziato come attore accanto a Ryan Reynolds nella serie “Hillside” dal 1991 al 1993. Poi si è trasferito in Inghilterra per imparare recitazione, ballo e danza e per recitare a teatro. Ha recitato in molti film e serie tv, tra cui anche “Taken” e “Smallville” (era il Dr Trenton). Nel 2013, vista anche la sua passione per l’immobiliare, fu scelto per partecipare a “Love It or List It Vancouver” accanto a Jillian Harris.

Chi è Jillian Harris (Love It or List It Vancouver)

Nata il 30 dicembre 1979 a Peace River (Alberta, Canada), Jillian Harris ha iniziato come designer presso il negozio di arredamento Caban. Mentre lavorava qui fu ingaggiata per restaurare il ristorante Cactus Club Cafe. Nel 2006 formalizza il suo titolo con il certificato in interior design presso il The British Columbia Institute of Technology. Poi chiama la tv, ma non come designer. Nel 2009 è una delle partecipanti dello show tv americano “The Bachelor”, quello in cui un uomo single deve essere conquistato da una serie di donne che si battono per conquistare il suo cuore. Una sorta di “Uomini e donne” americano. Jillian si classifica terza su 24 partecipanti. Nel 2009 torna in tv in “The Bachelorette”, la versione femminile dove lei sceglie uno dei partecipanti, si fidanzano ma poi si lasciano qualche mese dopo. Nel 2010 finalmente arriva in tv con il suo lavoro: è la protagonista di “Extreme Makeover: Home Edition” e nel 2013 affianca Todd Talbor in “Love It or List It Vancouver”. È fidanzata e ha due figli.

Todd e Jillian, Love It or List It Vancouver - Quootip

Todd e Jillian (foto: HGTV Canada)

Chi è Phil Spencer (Love It or List It UK)

Nato l’11 dicembre del 1969, Philip John Edward Spencer è l’agente immobiliare della versione britannica. Dopo aver studiato come geometra, si mette a fare consulenza per la vendita di case. Ha fondato la società di ricerca immobiliare Garrington Home Finders Ltd nel 1996. Nel 2010 fonda una nuova società di produzione indipendente chiamata “Raise the Roof” con Kirstie Allsopp con cui lavora all’edizione britannica dello show. Sposato con due figli, ha scritto tre libri.

Chi è Kirstie Allsopp (Love It or List It UK)

Nata il 31 agosto 1971 nel quartiere di Hampstead a Londra, è la figlia di Charles Allsopp, sesto barone Hindlip ed ex presidente della casa d’aste “Christie’s”. Dopo le scuole si è trasferita in India per insegnare inglese salvo poi tornare nel Regno Unito e lavorare per alcune riviste di arredamento grazie agli insegnamenti e al lavoro presso l’azienda di sua madre, la “Hindlip & Prentice Interiors”. Nel 1996 fonda la sua società immobiliare. La svolta arriva nel 2009 quando con il marito acquista e restaura una casa che era vuota da 39 anni. Quel restauro fu la base del suo primo show tv, “Kirstie’s Homemade Home”. Poi è arrivata la società con Phil Spencer e la versione britannica dello show canadese. Sposata, ha due figli.

Kirstie e Phil, Love It or List It UK - Quootip

Kirstie e Phil (foto: Cielotv)

Chi è Andrew Winter (Love It or List It Australia)

Nato il 1 marzo 1972 a Londra, è l’agente immobiliare di questa versione dello show. Esperto di proprietà residenziale, ha una lunga carriera iniziata a soli 17 anni in Inghilterra. È una presenza televisiva di lungo corso iniziata con la serie tv britannica Selling Houses che gli ha portato tanto successo. Nel 2005 si trasferisce in Australia per amore della moglie e dei tre figli. Qui fa lo stesso lavoro di agente immobiliare e di star tv visto che conduce l’edizione australiana dello show che faceva in Inghilterra. Nel frattempo vince premi (è stato premiato come personaggio tv preferito dell’anno in Australia per cinque anni di fila dal 2010 al 2014), scrive due libri e nel 2017 arriva a “Love It or List It Australia” accanto a Neale Whitaker.

Chi è Neale Whitaker (Love It or List It Australia)

Neale Whitaler è nato a Londra nel 1962. Dopo l’Università di Warwick ha iniziato la sua carriera in una casa editrice di riviste nel 1988 come responsabile delle promozioni della rivista Harpers and Queens, nel 1990 è vicedirettore della rivista di Marks and Spencer che contava 2 milioni di clienti e lettori. Da lì ha lavorato e lanciato varie riviste per IKEA, Waitrose e altri. Nel 1999 si trasferisce a Sydney per realizzare delle riviste e per collaborare come giornalista: qui lancia la rivista di maggior successo nella storia australiana, la rivista Delicious. Nel 2009, entrato nel mondo della tv con lo show “HomeMADE” come giudice, criticando gli interior designer sul loro lavoro: è solo il primo, poi continua anche con “The Block” (sempre come giudice di appassionati di ristrutturazione dilettanti che progettano nuove case) e, dal 2017, con “Love It or List It Australia”. Nel 2011 è stato nominato designer d’interni dell’anno nel 2011 da Belle Coco Republic e attualmente è caporedattore del Rivista Belle, che viene definita “bibbia dei designer” e di Vogue Living. Neale vive a Surry Hills, un sobborgo interno di Sydney, con il suo compagno David e due cani.

Neale e Andrew, Love It or List It Australia - Quootip

Neale e Andrew (foto: Imdb)

Non è finto, quello che vediamo è tutto vero

Guardando questo genere di trasmissioni, l’idea potrebbe essere quella che sia tutto finto, che i proprietari non siano i veri proprietari ma degli attori, che le case ristrutturate in realtà siano ristrutturate da altri ecc. Non è così e lo spiega proprio Hilary a Vulture: «Non abbiamo uno spettacolo con sceneggiatura. Mi fa davvero incazzare quando la gente dice: “Oh, è tutto scritto”. No, in realtà è improvvisato. Essendo un’attrice, capisco il tempismo, quindi penso che sia un insieme di abilità che ha reso sicuramente più facile fare lo spettacolo».

Uno spunto di riflessione

“Love it or List it – Prendere o Lasciare” non è solo un programma di intrattenimento, ma offre anche spunti interessanti per chi è alle prese con un dilemma simile. Guardando le soluzioni proposte dalla designer e le potenzialità immobiliari mostrate dall’agente immobiliare, il pubblico può farsi un’idea di come trasformare la propria casa o trovare una nuova soluzione abitativa che soddisfi le proprie necessità. Spesso, infatti, viviamo in case che ci sembrano non più adatte alle nostre esigenze, ci sembrano vecchie e irrecuperabili. Quante volte ci siamo detti “Le abbiamo provate tutte, abbiamo spostato i mobili in ogni angolo, abbiamo cambiato l’arredamento, abbiamo rifatto l’impianto, ma niente, la casa non va”. Un sentimento di frustrazione che ci spingerebbe a sceglierne una nuova, sicuri che così non avremo più problemi. Questo programma, a differenza degli altri, ci fa vedere le due possibilità, come una sorta di “sliding doors” in modo da renderci conto che spesso non è la casa a non andare bene, ma il fatto che non siamo designer. Al tempo stesso, ci fa rendere conto che le case nuove non sono così fantastiche come crediamo.

Foto: Canyon Design Group

© Riproduzione riservata.