17 MUSEI PIÙ STRANI del mondo: da quello sulla pupù agli gnomi

Sei in: Home > Conoscere > Viaggi > 17 MUSEI PIÙ STRANI del mondo: da quello sulla pupù agli gnomi

Clicca per ascoltare l'articolo.

Domanda: Ho sentito che ci sono musei molto strani, alcuni esempi?

Solitamente quando ascoltiamo la parola “Museo” pensiamo tutti a sculture, statue, quadri, opere d’arte. Il termine “museo”, però, indica il luogo dove si trovano delle opere che abbiano un certo interesse per la collettività e che per questo vengono mostrate. Ecco perché a volte si trovano dei musei che non solo proprio convenzionali, ecco alcuni dei più bizzarri del mondo:

Museum of Broken Relationships (Zagabria, Croazia): Se hai avuto una delusione d’amore questo è il museo che fa per te: è pieno di oggetti personali lasciati dalla fine di storie d’amore provenienti da tutto il mondo. 

National Leprechaun Museum (Dublino, Irlanda): Il Leprechaun è un folletto/gnomo tipico della tradizione irlandese che ama fare scherzi e divertirsi e in questo museo si diventa dei Leprechaun per gioco: ci si siede a tavoli giganti, si nuota in una pentola piena d’oro e si passeggia su un arcobaleno.

Corpus Museum (Oegstgeest, Olanda): Ti piacerebbe visitare l’interno di una bocca o di una qualsiasi altra parte del corpo umano? Ricordi il cartone “Siamo fatti così” dove i protagonisti viaggiavano all’interno del corpo umano? Ecco, ora puoi farlo in questo museo tutto da vedere.

Neon Museum (Las Vegas, Stati Uniti): Il museo racconta la storia di Las Vegas mostrando le insegne luminose che per anni hanno reso più luminosa e scintillante la città del divertimento. Le insegne al neon, vintage o moderne sarebbero state buttate via, così invece sono una testimonianza del passato.

The Neon Museum Las Vegas | The history of Las Vegas through neon - Neon Museum Zoom Backgrounds

Il museo del Neon.

Museo Subacuatico de Arte (Cancun, Messico): È tutto sotto l’acqua. Si tratta di 500 statue, case, ville adagiate sul fondo del mare e realizzate con un materiale che attira i coralli. Si può vedere da una barca o facendo immersioni.

Cup Noodles Museum (Ikeda, Giappone): In questo museo si può ammirare uno dei punti di forza dell’export giapponese nel mondo, le tazze da noodle.

Vent Haven Museum (Fort Michell, USA): Ti piacciono i ventriloqui? Se non ti impressionano più di 900 bambole e altri oggetti utilizzati dai ventriloqui di tutto il mondo per i loro spettacoli, allora questo è il museo che fa per te. 

Spy Museum (Washingto DC, USA): Per capire come vive una spia e per vedere cosa c’è di reale nei tanti film di spionaggio internazionale, bisognerebbe visitare questo museo dove sono esposti gadget, storie, segreti, trucchi usati dalle spie.

Spy Museum.

Museum of Bad Art (Somerville, Massachusetts, USA): In questo museo sono raccolte le opere considerate “sbagliate” fatte più o meno consapevolmente. La domanda, però, è un’altra: cosa è giusto e cosa è sbagliato nell’arte?

National Poo Museum (Isle of Wight, Inghilterra): Se non sai cosa voglia dire “poo” in inglese, be’, sono le feci. Questo museo è dedicato proprio a questo, sia di tipo umano che animale. 

Kattenkabinet Museum (Amsterdam, Olanda): I gatti sono fra gli animali domestici più amati dall’uomo e basta vedere come i social siano pieni di foto di gatti. Ovviamente anche gli artisti hanno dei gatti e in questo museo si possono notare quadri, sculture e altre opere con i gatti come protagonisti.

Phallological Museum (Reykjavik, Islanda): Il pene è l’organo riproduttivo maschile e non si può mostrare comunemente perché viene considerato volgare, un chiaro richiamo sessuale. Non in questo museo dove il fallo è solo il modo in cui gli artisti hanno espresso la loro arte. Ci sono oltre 215 opere a forma fallica.

Consigli

Swarovski Kristallwelten (Wattens, Austria): Raccoglie le opere d’arte realizzate da artisti di tutto il mondo utilizzando i caratteristici cristalli Swarovski. Da notare il teatro meccanico Mechanical Theatre, l’emozionante Sala Blu o la Nuvola di Cristallo che fluttua su una vasca a specchio.

Museo Swarovski.

Museo Swarovski.

Museum of Sex (New York City, USA): Il sesso viene normalmente considerato come volgare, da non mostrare in modo esplicito, è un argomento tabù. A New York però c’è questo museo dove si tratta questo argomento senza scadere nel porno o nella volgarità, anzi, mostrando il lato artistico del sesso fra oggettistica, esibizioni, storia ecc.

Museum of Toilets (New Delhi, India): Il Sulabh International Museum è molto particolare perché ci mostra tutte i bagni (toilet) del mondo e come sono stati nella storia partendo dal 2500 AC.

Dog Collar Museum (Kent, Inghilterra): Spesso i collari per cani sono l’unico accessorio di bellezza di un cane e quindi è normale che i padroni più vanitosi si possano sfiziarsi a cercare quello più carino. Vale oggi, ma è sempre valso. In questo museo possiamo vedere più di 100 collari storici alcuni addirittura risalenti al medioevo. Il valore aggiunto: il museo si trova nel fantastico Leeds Castle.

Celebrity Lingerie Hall of Fame (Los Angeles, USA): Quali mutande indossava Tom Hanks in “Forrest Gump”? E le star di “Beverly Hills 90210”? E Madonna in “Who’s that girl”? Questo museo ha raccolto la biancheria intima usata dalle star ed è un appuntamento imperdibile per gli amanti delle star hollywoodiane. È gestito da Frederick’s of Hollywood, un negozio specializzato in linguerie.

 

Credit foto: Pauline van Till (Wikicommons)

© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top