Come fare un CALENDARIO DI FOTO professionale come una star

Sei in: Home > Best > How to do > Come fare un CALENDARIO DI FOTO professionale come una star

Clicca per ascoltare l'articolo.

Domanda: Pubblico già un sacco di foto ma per una volta vorrei fare come i veri influencer, come fare un calendario di foto professionale?

Oggi i calendari di foto artistiche non vanno più di moda come alla fine del secolo scorso, ma è comunque un bel ricordo per te un regalo per i tuoi amici, per il tuo partner e soprattutto per i tuoi follower. Già, perché realizzati i dodici scatti, poi ogni primo del mese potresti pubblicare la tua foto artistica con gli hastag #ilmiocalendario o #fotogennaio e così via. Serve un professionista? Sarebbe meglio, ma puoi fare anche da sola. Ecco come…

Se invece vuoi realizzare un film, ecco la guida da seguire.

SCEGLI LE LOCATION

Le location, ovvero il luogo dove realizzare il servizio fotografico, sono fondamentali. Per un calendario speciale dovresti trovare 12 location diverse, una per ciascun mese. Nel caso, puoi anche fare tutto in casa o in uno studio, e allora ti servono degli oggetti che ricordino il mese di riferimento. L’ideale, comunque, è cercare location all’aperto e al chiuso e il più diverse possibili perché la parola d’ordine deve essere: diversificazione. Non devi assolutamente fare 12 foto praticamente identiche dove cambiano solo qualche oggettino e la posizione.
La scelta va fatta con intelligenza: deve essere un posto dove non c’è troppa gente, dove il fotografo (o tu con l’autoscatto) può ottenere le luci giuste, e dove tu ti senta a tuo agio per dare il meglio di te nelle foto.

BASTA UNO SMARTPHONE

Per la verità non ti serve granché: fino a qualche anno fa avresti dovuto trovare una macchina fotografica professionale, mentre oggi anche uno smartphone da poche decine di euro ha un obiettivo ottimo. Il numero dei megapixel sono importanti, ma non essenziali: ciò che conta è il software che sfrutta i megapixel. Per questo un qualsiasi smartphone degli ultimi 3 o 4 anni può andare bene. Devi controllare il numero dei megapixel, certo, ma considera che poi potrai giocare con i filtri, con l’HDR, quindi non puntare ad avere chissà quale dispositivo.

Poi ti serve un cavalletto, possibilmente con telecomando bluetooth e quelli ormai si trovano a pochi euro. Puoi ovviare al telecomando con il comando vocale se lo smartphone ne è provvisto. Ah, quando diciamo “autoscatto” intendiamo anche “timer”: scegli l’opzione 10 secondi, fai click, mettiti in posa mentre conta i secondi e così sarai perfetta quando scatterà la foto vera e propria.

Qui trovi gli accessori adatti per un set fai-da-te.

TI SERVE COMUNQUE UN FOTOGRAFO

Se vuoi un risultato ottimale dovresti affidarti a qualcun altro. Se hai qualche soldo per realizzare il tuo progetto, puoi ingaggiare un fotografo professionista. Sarebbe la soluzione ideale perché farebbe tutto lui, ma costa. E allora coinvolgi i tuoi amici: costa poco e ci si diverte, cosa volere di più! Ti serve qualcuno che possa scattare la foto senza che tu debba fare seicento volte avanti e indietro fra lo smartphone e la X (il posto scelto per la foto). 
Deve essere una persona di cui ti fidi e soprattutto con la quale sei complice nel progetto. Questo vale soprattutto se decidi di fare delle foto in costume o anche senza. 

Se vuoi, puoi fare le cose in grande trovando dodici amici, uno per ciascuno foto e poi lasciare che siano loro a sbizzarrirsi con la fantasia: tu ti presterai solo come modello/a. 

IL TIPO DI FOTO

• Preparati prima: È importante che non decidi tutto sul momento, ma che ti prepari prima. Guarda le riviste, spulcia i profili social degli influencer, salva le immagini che ti piacerebbe ricreare e prepara un progetto su carta. Il momento della foto è solo l’ultima fase e non durerà 10 ore, ma pochi minuti perché in realtà dovrai solo mettere in pratica ciò che hai già pensato.

• Decidi il tema: Lascia libera la tua fantasia e creatività o quella del fotografo. Ti consigliamo tuttavia di dare un tema al tuo calendario. Ad esempio, le bellezze dell’arte (i monumenti della tua città), i quattro elementi della natura (acqua, terra, fuoco e aria), vita moderna (computer ecc.), classico (in un parco) e trasgressivo (un trucco forte o sexy)… Il tema comune ti permette di concentrare meglio le tue energie, sapere cosa devi fare in ogni foto e rendere il calendario più interessante.

• Scegli il formato della foto: L’ideale è il formato 1:1, quello di instagram per intenderci. Questo non perché deve essere un post ma perché devi considerare che il calendario è verticale: sopra c’è la foto, ma sotto ci devono essere i giorni del mese.
Nel caso invece vuoi mettere i giorni del mese direttamente sulla foto e quindi riempire tutto lo spazio con l’immagine, allora puoi anche scegliere il formato 16:9 in verticale ma lo spazio dell’inquadratura dove sarà il fulcro della foto deve essere comunque 1:1 e nella metà superiore della foto.
Per intenderci, devi evitare che le scritte dei giorni finiscano sopra al tuo viso…

E ORA IL LOOK!

• Make up e l’Hairstyle: Scelto il fotografo, la location e il tema, passiamo al look, che è poi quello che ti riguarda direttamente. Il make-up deve essere in linea con il tema che vuoi rappresentare. Molto chiaro e semplice se la foto è “acqua e sapone”, forte e trasgressivo se vuoi osare.
Per i capelli, gioca con qualcosa di divertente. Li puoi raccogliere, fare le treccine, oppure colorarli, tatuarli, cotonarli. Ricorda che non devi necessariamente fare 12 foto in un solo pomeriggio, puoi anche decidere di fare una foto a settimana, anzi, è preferibile.

• Gli abiti e gli accessori: Per gli abiti, puoi farti un nuovo guardaroba per l’occasione oppure puoi riciclare quello che hai e abbinarli in modo originale. Ricorda che chi guarderà le foto sarà interessato soprattutto a te e alla tua personalità, non a ciò che indossi. Per questo è più importante creare un look che solo tu puoi immaginare piuttosto che indossare abiti costosi. Puoi anche usare un abbigliamento da pochi euro, ciò che conta sei tu.
Nel caso, fatti prestare quello che ti serve dai tuoi amici, e avrai tutto a costo zero! 

• Sexy? Non c’è bisogno di avere lingerie di pizzo nero costosissima o addirittura di essere completamente nuda mostrando tutte le parti del tuo corpo. Non stai facendo delle foto hard, ma stai mostrando il tuo lato sexy e chi è sexy lo è nell’anima, lo è anche se indossa un tailleur. Quindi anche un reggiseno e uno slip sportivo, la canottiera di tuo fratello o un costume da bagno possono essere perfetti. Ricordi Miley Cyrus in “Wrecking ball”? Canotta e mutandoni bianchi, scarponcini neri e rossetto. Quanto avrà speso per questo abbigliamento? Eppure è considerato uno dei video più sexy di sempre.

• I colori: Per i colori infine, tonalità pastello (rosa soprattutto) per un calendario normale, altrimenti tinte forti se vuoi esagerare, ma anche questa non è una regola, anzi, potresti stupire scegliendo un trucco forte per foto semplici o un trucco semplice per foto forti: il contrasto è una risorsa.

Consigli
LA POST-PRODUZIONE

• Il fotoediting: Hai fatto le foto e ora devi sceglierle. Probabilmente avrai scattato decine di immagini, e vabbé, ci vuole un po’ di pazienza. Guardale con calma e scegli le 12 foto che ti piacciono, assegnale ad un mese e il gioco è fatto. Più o meno, perché ora devi lavorarle con dei software o delle app di fotoritocco. E qui, puoi anche cercare chissà quali software, ma in generale una qualsiasi app anche gratuita ti permette di ritoccarle come vuoi. 

• L’impaginazione e la stampa: Lavorate tutte le foto, ora si tratta di fare il calendario. Per stamparlo, puoi andare in una qualsiasi copisteria e scegliere il template migliore tra cui scegliere. Puoi anche fare tutto online, ad esempio con PixartPrinting o PressUp. Consegna le foto e aspetta che sarà stampato.

• Fallo da sola: Se non vuoi un formato enorme ma ti basta un A4 puoi farlo da sola in casa con una stampante: una volta lavorate le foto con le app dei calendari, devi solo scaricarle nella Galleria dello smartphone e stamparle o via wifi oppure passando prima via computer. Poi ti scarichi da Google una foto con i mesi dell’anno prossimo e incollarle sotto alla foto.

COSA CI PUOI FARE?

• Vendilo: ll tuo calendario è pronto. Volendo puoi metterlo in commercio sfruttando i social network (sfruttando magari dei nuovi social come OnlyFans) oppure piattaforme di ecommerce come Amazon o Ebay. Per le spese di spedizione consulta prima le poste, ma in teoria potresti scegliere una normale Raccomandata e quindi rimanere su pochi euro che potresti aggiungere al costo del calendario. Chi lo compra paga il tuo sforzo, vuole vedere cosa ti sei inventata, ma ovviamente meglio è fatto e più volentieri pagherà. Mi spiego meglio, due foto stampate al computer e attaccate con lo scotch non possono essere pagate granché. Se invece lo hai stampato e ha un aspetto professionale allora puoi venderlo.

• L’incentivo per venderlo: È vero che i tuoi follower vogliono pagare per vedere il tuo calendario, ma potrebbero anche dire “perché devo spendere per vedere ciò che vedrei gratis su Instagram o Tik Tok?”. Ecco, serve loro un incentivo: firmalo! Firma con un pennarello ogni copia del tuo calendario: in questo modo il calendario ha tutto un altro fascino.

• Regalalo: Parliamo del calendario cartaceo che se non vuoi venderlo, puoi regalarlo ai tuoi amici, ai tuoi parenti per Natale (così ti risparmi anche i soldi dei regali), e puoi appenderlo in camera tua. 

• Sui Social: Se invece hai deciso di non stamparlo, allora puoi sfruttarlo sui social network come foto acchiappaclick. Sono immagini speciali e se opti per l’idea di una foto ogni 1° del mese, troverai anche dei follower affezionati.

• L’idea in più per i social: Sia che tu lo venda cartaceo e sia che scegli di pubblicare una foto al mese, usa i social per pubblicizzarlo pubblicando le foto e i video dei backstage.

DA RICORDARE: COSA È IMPORTANTE

• Foto belle: Le foto devono essere belle, ovvio. Quindi no a foto di te davanti alla scrivania o ad un angolo di casa tutto in disordine, con una faccia annoiata, i capelli sporchi e tutto il resto, non sono molto cool. Non funzionano. A meno che a te e ai tuoi follower non piacciano così.
Devi sforzarti nel progettare ogni singola foto, nel realizzarle e nel ritoccarle successivamente. Quanto tempo perdi di solito per una foto che pubblici? Un’ora? Ecco, qui per ogni foto potresti impiegarci qualche giorno. 

• Diversità e mai noiosa: Se guardi le foto dei top influencer, alla fine vedrai che quelli che funzionano davvero sono quelli che si inventano le foto più strane e non quelli che si limitano a farsi un selfie. Devi dare sfoggio di tutta la creatività: quante foto pubblichi in un anno? 50? 100? 300? 500? Ecco, in questo caso sono solo 12, quindi non puoi usare le stesse posizioni, l’abbigliamento, le espressione e i filtri di sempre. 

• Devi spiazzare: Le foto devono essere belle, ma devono colpire e questo potrebbe significare foto mosse, sfocate, con colori saturati al massimo, foto che all’apparenza sono sbagliate e che invece attirano l’attenzione. Devi conoscere il tuo pubblico: cosa gli piace?

 

Foto: Airam Dato-on (Pexels)

Consigli
© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top