Guida semplice al PROIETTORE: Le 7 variabili da conoscere prima di scegliere

Domanda: Vorrei acquistare un proiettore, ma così a occhio mi sembrano tutti uguali. Cosa significa lumen? E contrasto? Come faccio a scegliere il proiettore giusto?

Andare al cinema è un’esperienza fantastica, ma fra i servizi di streaming, i sistemi audio HiFi sempre più potenti e i video proiettori che diventano sempre più performanti, be’, il cinema ce lo facciamo in casa.
Già, facile a dirsi, poi vai su Amazon o in un negozio di elettronica e scatta il panico. E adesso?
Prima di scegliere in base al “se costa poco vale poco” o al “costa troppo, tanto vale mi faccio una tv”, ecco cosa devi sapere.
Abbiamo volutamente ridotto all’osso le informazioni, poi è chiaro che ci sono molte altre variabili, ma queste sono le 7 caratteristiche essenziali che devi valutare.

Ads

Confuso dai tanti servizi di streaming? Non perdere tempo a cercare nei cataloghi, abbiamo già selezionato il meglio per te. Scegli cosa guardare stasera.

COSA CONSIDERARE PER SCEGLIERE IL VIDEO PROIETTORE

Ovviamente la scelta nell’acquisto di un proiettore dipende da quanto si voglia scendere a compromessi o si cerchi il massimo. Comunque, questi sono i fattori da valutare per la scelta, perché altrimenti a occhio sembrano tutti uguali. La buona notizia è che anche quelli di fascia bassa vanno abbastanza bene per la stragrande maggioranza delle persone.

LUMEN: è l’unità di misura del flusso luminoso che parte da una sorgente. Indica la “quantità di luce”, quindi più è alto il numero dei lumen e maggiore sarà la luce emanata dal video proiettore. Meno lumen (meno luce) significa che l’immagine è visibile quando la stanza è completamente buia. Più lumen (più luce) significa che l’immagine è visibile anche con la luce accesa o di giorno all’aperto.
Poi ci sono gli ANSI lumen che sono stati stabiliti dall’American National Standards Institute come standard per l’emissione di luce del proiettore e si basa su alcune variabili come il contrasto e la luminosità, i punti bianchi ecc.
Diciamo che di base il lumen è un valore da valutare, ma conoscere l’ANSI lumen sarebbe anche meglio.

Ads

CONTRASTO: È la differenza fra il bianco e il nero, la parte luminosa (la cifra a sinistra) e la parte più scura (la cifra a destra). Per capire, il contrasto di 1000:1 è un rapporto dove il punto luminoso è di mille volte più chiaro rispetto al punto più scuro. Ovvero, un basso rapporto di contrasto significa che il nero non è nerissimo e chiari e scuri si potrebbero impastare. Un contrasto altissimo invece fa capire la differenza, come nei televisori.

RISOLUZIONE: Si basa sul numero dei pixel. Per spiegare meglio. L’immagine che vediamo (foto o video) sono come un puzzle. Più caselle abbiamo e più definita sarà l’immagine. Per semplificare, pochi pixel è una immagine alla Minecraft o certi videogiochi del Vic20, del Commodore 64. I quadrettoni. Più pixel è ciò che vediamo oggi nelle tv HD: notiamo anche le rughe degli attori.
Ecco perché gli smartphone si battono sul numero di pixel per le loro fotocamere.
Lo stesso vale per le tv e per i proiettori. In generale oggi troviamo:

  • SVGA: 800 x 600 pixel (formato 4:3)
  • HD Ready: 1280 x 720 pixel (formato 16:9)
  • Full HD: 1920 x 1080 pixel (formato 16:9)
  • 4K: 3840 x 2160 (formato 16:9)

Va detto che oggi i contenuti 4K sono pochi ma ci sono alcuni proiettori (quelli “supporta il 4K”) che con l’upscaling possono portare un effetto simile anche nei proiettori FullHD.
Ok, ma se io ho uno schermo lontano, cosa mi interessa dei pixel? Ti interessa perché sullo schermo vedrai una griglia come quella in basso a sinistra in questa foto. Ti dà fastidio? Col tempo ti ci abituerai ma più saranno piccoli e meno li vedrai.
In generale, comunque, peggiore risoluzione significa una peggiore qualità della visione.

Ads

DIMENSIONE DELLO SCHERMO IN BASE ALLA DISTANZA: Se mi faccio un video proeittore è per vederlo su uno schermo grande, altrimenti punto su una tv. La dimensione dipende dalla distanza. Più il proiettore è vicino allo schermo e più piccolo sarà la dimensione dell’immagine. Più è lontano e più sarà grande.
Il problema è la risoluzione: se sta troppo vicino o troppo lontano (per troppo si intende oltre quanto dichiarato come misure minime-massime) si peggiora la risoluzione e vedi sfocato.

La distanza ideale? Dipende dalla risoluzione:

  • HD Ready: larghezza dell’immagine x 1,8
  • Full HD: larghezza dell’immagine x 1,5
  • 4K: larghezza dell’immagine x 1

Quindi, per fare un esempio, se vuoi uno schermo largo 2 metri con un proiettore HD Ready, dovresti stare a più di 3 metri e mezzo di distanza.

Ads

DIMENSIONE DELLO SCHERMO: Cosa si intende con “tv da 32 pollici” o proiezione di uno schermo “fino a 300 pollici”? Quello che si vede in questa immagine in basso: si intende la diagonale dello schermo, calcolata in pollici.
Rapportato al metro: 100 pollici sono 2,5 metri. Di diagonale.

3399

RUMOROSITÀ: Il problema di molti proiettori è il rumore di sottofondo. Un continuo brrrrrrrrrrrrrr che è il rumore della ventola che raffredda il proiettore e dà fastidio quando stiamo guardando la tv. Puoi associarci il miglior sistema di audio, ma questo sottofondo lo rende insopportabile. Ecco perché devi guardare al numero dei dB. L’ideale sarebbe fra i 30 e i 40.
Considera che il proiettore ha bisogno di aria intorno quindi non lo rinchiudere in un cassetto, ma mettilo sul soffitto, su un ripiano, l’importante è che abbia spazio. Più aria c’è e meno ci sarà bisogno della ventola.
Oggi poi ci sono dei sistemi particolari di ventilazione che rendono più silenzioso il proiettore.

7

ZOOM: Non è proprio fondamentale, ma è bene sapere se c’è. In pratica lo zoom permette di modificare lo schermo anche se non c’è lo spazio necessario.

Ads

Proiettore Portatile

CORREZIONE TRAPEZOIDALE (correzione Keystone): Se metti il proiettore paro paro davanti allo schermo è un conto, ma se sei costretto a spostarlo di qualche grado? Davanti non avrai un rettangolo perfetto, ma un trapezio. Scomodo. Per questo i  proiettori danno la possibilità di correggere questa distorsione, ma c’è chi lo fa meglio e chi lo fa peggio…

 

Bene, ora che hai le idee chiare, ecco alcuni proiettori che abbiamo selezionato per te basandoci su tutte le fasce di prezzo: da meno di 50 euro a più di 500 euro.

Cosa aspetti ancora? Non siamo più negli anni ’70 con la tv quadrata in bianco e nero. Per una vita di qualità ci vuole uno schermo grande!

Ads

 

Foto: Video proiettore WiseLazer (Amazon)

Ads

Start typing and press Enter to search

quootip | back to top