Come guardare Dazn se hai una CONNESSIONE LENTA

Sei in: Home > Tecnologia > Come guardare Dazn se hai una CONNESSIONE LENTA

Clicca per ascoltare l'articolo.

Domanda: La serie A è su internet con Dazn ma a casa ho una connessione lenta che va a 1 mega. Come posso fare?

Dalla stagione 2021/2022 la Serie A va in onda esclusivamente in streaming su internet grazie a Dazn. Non c’è un altro modo: niente parabola e niente tv via cavo (a meno che tu non abbia un decoder Dazn). Quindi serve internet ma cosa fare se internet è lenta?
Già, perché con la fibra che va veloce anche fino a 1 giga non avrai problemi, anzi, ma volendo anche con una linea adsl più o meno lenta (intorno ai 5 mega) dovresti comunque evitare il problema della “ruota che gira”.
Per la verità, questo sistema funziona per ogni servizio internet, non solo per Dazn.

QUANTA BANDA SERVE PER DAZN?

Sul suo sito, Dazn spiega bene i requisiti minimi:

  • 2.0 Mbps: questa velocità è la velocità di download minima consigliata per guardare DAZN sul tuo smartphone quando sei in movimento con risoluzione SD (Definizione Standard).
  • 3.5 Mbps: questa velocità è la velocità di download minima consigliata per guardare DAZN sul tuo smartphone quando sei in movimento con risoluzione HD (Alta Definizione).
  • 6.0 Mbps: questa velocità è la velocità di download minima consigliata per guardare DAZN in TV con risoluzione HD e con un alto frame rate.
  • 8.0 Mbps: questa velocità è la velocità di download consigliata per avere la più alta qualità video e il più alto frame rate.

Tradotto, se vuoi guardare la partita come la guardavi con la parabola di Sky dovresti avere almeno 3.5 Mbps sullo smartphone o 8 Mbps per la rete di casa.

COS’È LA BANDA DI INTERNET?

Il problema è la “banda”, ovvero la quantità di dati che puoi scaricare sul tuo dispositivo ricevente. Per capire meglio immagina di dover riempire una cesta con dell’acqua che arriva da una fonte. Tu hai il cesto (il computer, lo smartphone, la smart tv) e il tubo da cui arriva l’acqua (il segnale di internet). La differenza è il flusso di acqua che ti arriva: un conto sarà un litro di acqua all’ora e un altro è se ti arrivassero 10 ettolitri di acqua. Ecco, questo è il concetto di “velocità di internet”: maggiori sono i Mbps (megabit per secondo) in download (ricevezione) e meglio vedrai le immagini, quindi 0 scatti, 0 “ruota che gira”, 0 pixel e quindi alta definizione. Come la tv.

Il problema è che non tutta l’Italia è coperta con la fibra ultraveloce, ci sono dei paesi dove la fibra non c’è e si viaggia con una semplice ADSL. L’ADSL è un altro metodo per far arrivare internet al tuo computer, ma funziona peggio ed è più lenta: riprendendo l’esempio di prima, è come se avessi un tubo da 1 litro all’ora ma che funziona a singhiozzo e a volte l’acqua è maggiore o minore.
Dipende da tanti fattori: quel tubo porta l’acqua a tanta altra gente e se siete tutti collegati contemporaneamente allora a te arriverà meno acqua. Ecco perché nei contratti ADSL ti dicono “massimo 20 mega in download ma una media di 7 mega”. Ma come, io pago per 20 mega e me ne arrivano 7? Se sei fortunato, può capitare che scendi fino a 2 o 3. Questo problema diventa ancora più caotico quando ci sono eventi in streaming live, dal vivo, come una partita di calcio per intenderci.

Come ovviare a questo problema se hai una connessione lenta? Bypassando la linea internet di casa. È un dispiacere, visto che la paghi, ma tant’è.

USA UN’ALTRA LINEA CON UNA CONNESSIONE PIÙ VELOCE

L’altra connessione è quella che hai sullo smartphone. Già, perché il problema della congestione può sempre avvenire ma in molti casi il segnale internet mobile è più veloce di quello di casa. A meno che tu non abbia la fibra ovviamente.
Quindi la soluzione è abilitare l’hotspot sul tuo smartphone e usarlo come un modem.

SU ANDROID:

  • Clicca su: Impostazioni > Hotspot personale > (qui devi attivarlo con la spunta) > Configurazione hotspot personale > SSID (Inserisci un nome che vuoi dare alla tua rete privata, ad esempio “Pippo”) e Password (inserisci una password che ovviamente conosci solo tu e chi vuoi che ne usufruisca) > (clicca sul segno della spunta “v”)

SU IPHONE:

  • Clicca su: Impostazioni > Hotspot personale > Consenti agli altri di accedere (abilita questa opzione) > Attiva Wi-Fi > Password Wi-Fi (inserisci una password che ovviamente conosci solo tu e chi vuoi che ne usufruisca)

Considera che Android permette l’accesso a molti dispositivi in contemporanea mentre l’Iphone limita fino a 4 dispositivi.

Ora non ti resta che accendere il dispositivo (computer o smart tv o tablet) e cercare la rete che hai creato (“Pippo”), inserisci la password che hai scelto e il gioco è fatto.

Per capire se il gioco vale la candela prova a fare uno speedtest, un test della velocità. Tramite computer connettiti tramite il WiFi di casa al sito dello SpeedTest di Ookla (qui trovi il link), fra i migliori: quando vedi la pagina clicca su “GO” e vedi il numero che ne esce in “download”. Poi ripeti la stessa cosa ma con il computer connesso tramite la rete dello smartphone. Se il numero che ne esce è superiore allora usa questa rete.

Foto: ary74 (Pixabay)

© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top