Domanda: Mia figlia va a lavoro e io sto a casa con i miei nipotini. Per me è fantastico, ma mi chiedevo, quanto guadagnerei di stipendio se lo facessi di professione?

Una volta nella maggior parte delle famiglie, lavorava solo una persona e l’altra rimaneva a casa a, si diceva, “accudire i figli”. Oggi i tempi sono cambiati ed entrambi i genitori lavorano mentre i figli sono gestiti dalle tate, dal doposcuola, dalle attività extrascolastiche e… dai nonni. I nonni però svolgono anche tanti altri lavori all’interno della casa e questo porta un grande risparmio per le famiglie.

Quanto si risparmia con un anziano in casa

Quanto? Lo diciamo subito: lo stipendio dovrebbe essere di 2.250 euro al mese.
Come ci si arriva? Sommando le spese che si risparmiano affidando loro dei compiti che altrimenti andrebbero fatti da un professionista. Lo ha calcolato il sito ProntoPro.it

– uno chef privato a domicilio: 880 euro

– un animatore che fa divertire i figli: 400 euro

– un autista sempre a disposizione: 450 euro

– un insegnante privato per fare ripetizioni ai figli: 80 euro

– una colf: 120 euro

– un consulente psicologico per quando dobbiamo sfogarci su qualcosa: 220 euro

– un operaio tuttofare a cui affidare i piccoli lavoretti di casa: 100 euro

Totale, 2.250 euro al mese che invece vengono risparmiati grazie ai nonni.

I nonni tengono tutto sotto controllo.

I guadagni “indiretti” per la famiglia

Non solo, spesso gli anziani in casa portano anche uno stipendio in più. Tempo fa, una indagine della Coldiretti rivelò che nel 37% dei casi i nonni danno un contributo economico importante e questo nonostante il 63,1% prendesse meno di 750 euro al mese.
È comunque il guadagno indiretto quello più importante visto che il 35% tiene i bambini fuori dall’orario scolastico, il 17% ne apprezza i consigli e il 4% si fa aiutare anche nelle faccende domestiche. Una ricerca dell’università Bocconi di Milano conferma questi dati focalizzandosi sulle mamme che lavorano e che quindi non hanno il tempo per occuparsi di tutto: lavoro, casa, hobby. Se i nonni tengono i bambini, ad esempio, le mamme hanno il 39% in più di possibilità di entrare nel mondo del lavoro e di mantenersi un posto di lavoro.
Bisogna anche considerare che in molte parti d’Italia c’è carenza di asili pubblici, o di posti disponibili, e quindi bisogna affidarsi a una struttura privata o a un baby sitter che però ha costi altissimi che si azzerano se ci pensano i nonni. Un recente calcolo ha stimato in 2,4 miliardi di euro la spesa degli italiani in baby sitter.
Poi c’è il discorso delle vacanze: secondo l’Osservatorio di Reale Mutua, per il 58% degli italiani la soluzione migliore è quella di affidare i figli ai nonni per assicurargli delle vacanze fidate.

 

Credit foto: Marjon Besteman (Pixabay), Giphy

quootip | back to top