Quando si parla di limiti di velocità tutti pensiamo a questi come a un limite alla nostra libertà. In realtà dovremmo collegarli allo spazio di frenata. D’altronde, è il pensiero di molti, se acquisto un’auto che ha la velocità massima di 250 km/h perché dovrei andare a 50 o 100? O peggio ancora, a 30? La risposta è facile: perché in caso di incidente non ci si ammazza né si crea pericoli agli altri. La vera questione della velocità in auto, infatti, è la sicurezza: quanto spazio fisico ci vuole per evitare un incidente? Facciamo un esempio: siamo in città in una strada in cui non c’è nessuno. All’improvviso spunta fuori un’auto da un parcheggio lungo la strada, oppure un bambino, oppure ci distraiamo un attimo per una notifica arrivata sullo smartphone e non vediamo le auto al semaforo. Percepiamo il pericolo e freniamo: quanto spazio ci serve per evitare di tamponare? In questo articolo, approfondiremo il concetto di spazio di frenata e analizzeremo come la velocità influenzi questo valore fondamentale per la sicurezza stradale.

Cos’è lo spazio di frenata?

Lo spazio di frenata è la distanza percorsa da un veicolo dal momento in cui il conducente frena fino al suo arresto completo. Esso si compone di due elementi:

  • Spazio di reazione (tempo psicotecnico): è la distanza percorsa dal veicolo nel tempo impiegato dal conducente per rendersi conto del pericolo e per iniziare a frenare. In media, questo tempo si aggira intorno a 1,2 secondi.
  • Spazio di frenata effettivo: è la distanza percorsa dal veicolo durante la fase di frenata vera e propria.

A questi dati bisogna aggiungere altre variabili:

  • Tipo di strada: siamo su una strada asciutta o bagnata? Su un fondo stradale asciutto lo spazio di frenata è minore rispetto a un fondo bagnato o ghiacciato.
  • Coefficiente di attrito per la frenata: per le auto di solito è 0,8 su asciutto e 0,55 su bagnato.
  • Efficienza dei freni: i freni in buono stato garantiscono uno spazio di frenata più breve.
  • Peso del veicolo: un veicolo più pesante ha uno spazio di frenata maggiore rispetto a un veicolo più leggero.
  • Velocità per metro/secondo: Tutti ragioniamo in km/h, ma negli spazi brevi dovremmo ragionare per metri/secondi. Ovviamente maggiore è la velocità, maggiore è lo spazio di frenata.

La formula per calcolare lo spazio di frenata è la seguente: Spazio di frenata = Spazio di reazione + Spazio di frenata effettivo

La distanza corretta per ogni velocità per evitare l’impatto

È stata la rivista Focus a realizzare una bella inchiesta che ci spiega bene quanti metri servono per arrestare un veicolo alle velocità tipiche di una città. Questa è la tabella realizzata dal professor Marco Anghileri, responsabile del laboratorio di crash test del Politecnico di Milano.

Auto su asciutto

Spazio di frenata a 30 km/h:
Velocità m/s: 8,33 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 10,00 m
Spazio di frenata: 4,42 m
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 14,4 m

Spazio di frenata a 50 km/h:
Velocità m/s:  13,89 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 16,67 m
Spazio di frenata: 12,29 m
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 29,0 m

Spazio di frenata a 70 km/h:
Velocità m/s: 19,44 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 23,33 m
Spazio di frenata: 24,09 m
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 47,4 m

Auto su bagnato

Spazio di frenata a 30 km/h:
Velocità m/s: 8,33 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 10,00 m
Spazio di frenata: 6,44 m
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 16,4 m

Spazio di frenata a 50 km/h:
Velocità m/s:  13,89 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 16,67 m
Spazio di frenata: 17,88 m
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 34,5 m

Spazio di frenata a 70 km/h:
Velocità m/s: 19,44 m/s
Spazio percorso prima di iniziare a frenare: 23,33 m
Spazio di frenata: 35,04
Distanza necessaria per evitare l’impatto: 58,4 m

Cosa fare per guidare in sicurezza?

  • Rispettare i limiti di velocità: i limiti di velocità sono stabiliti in base alle caratteristiche della strada e al rischio di incidenti. Ridurre la velocità, soprattutto in condizioni di scarsa visibilità o fondo stradale sdrucciolevole, è fondamentale per la sicurezza.
  • Mantenere la distanza di sicurezza: la distanza di sicurezza è la distanza che deve intercorrere tra il proprio veicolo e quello che precede per avere il tempo e lo spazio sufficienti per frenare in caso di necessità. Una regola semplice è quella di mantenere una distanza di almeno 2 secondi dal veicolo che precede.
  • Efficienza dei freni: è importante controllare periodicamente lo stato dei freni e assicurarsi che siano in buono stato. Freni usurati o malfunzionanti possono allungare notevolmente lo spazio di frenata.
  • Pneumatici adeguati: utilizzare pneumatici adeguati alle condizioni stradali e in buono stato è fondamentale per garantire una frenata sicura.
  • Attenzione e concentrazione: prestare attenzione alla strada, evitare distrazioni come l’uso del cellulare o l’ascolto di musica ad alto volume, è fondamentale per poter reagire prontamente a qualsiasi pericolo.

Foto: Pixabay

© Riproduzione riservata.