Domanda: Un mio amico si sposa e dovrei organizzargli l’addio al celibato. Avete qualche idea?

Sposarsi è speciale perché il giorno delle nozze sarà una festa indimenticabile visto che si sancisce l’amore con la propria fidanzata, ma lo è anche perché la sera prima (o il periodo prima) si festeggerà l’addio al celibato. Nei film si vedono sempre feste esagerate, ubriacature fino a stordirsi e situazioni che finiscono per mettere a rischio lo stesso matrimonio. La realtà invece è spesso quella di una cena con gli amici più cari e poi stop. Ma quando mai? L’addio al celibato deve valere come 100 feste di compleanno messe insieme, quindi non lesinare su questa festa, rendila indimenticabile.

Pensa a lui

Se sei tu che la organizzi per qualcuno, il focus deve essere su di lui, non su di te. Quindi, se tu hai sempre sognato un addio al celibato con un gruppo di spogliarelliste e chissà cos’altro, non è detto che piaccia anche a lui. Vale anche il contrario: se per te il massimo dell’addio al celibato è giocare a briscola al bar sorseggiando una spremuta d’arancia mentre lo sposo è un godurioso che ama folleggiare, devi pensare a lui. Alla fine dei giochi è lui che si sposa, non tu. 

Chi invitare

Prima di tutto devi pensare a chi invitare all’addio al celibato. Siete solo voi due? Inviti tutti i suoi amici anche quelli che non sente da vent’anni? E i suoi parenti? Il suocero? Le donne sono ammesse? È difficile rispondere a questa domanda e dipende dallo sposo e dal tipo di festa che vuoi organizzare. Pensa però solo a due regole:
– Quel che accade all’addio al celibato si ricorderà per sempre: Devi tenere conto della sensibilità delle persone. Significa che rischi di far litigare gli sposi se invitassi qualcuno molto vicino alla sposa e poi faceste qualcosa che per voi è del tutto innocente che però è osceno per la sensibilità della sposa o di chi le è vicino. Un esempio: organizzi una partita a poker usando i soldi del Monopoly e con la penitenza di bere Coca Cola ad ogni mano persa. Nella famiglia della sposa c’è stato qualcuno che ha avuto problemi di gioco d’azzardo e quindi la sola parola “poker” la manda su tutte le furie. Ok, tu organizzi questa serata e inviti il fratello o un amico della sposa: magari non succederà mai ma potrebbe essere che fra 5 o 10 anni, gli sposi litigheranno e lei tirerà fuori la storia del “poker con gli amici all’addio al celibato”.
– Festa non vuol dire condanna a vita: Il focus è sul divertimento, non sui possibili litigi. Devi pensare alle conseguenze possibili, quindi, se la festa finisse su binari simili a quelli di quando andavate in vacanza insieme ai tempi del liceo e fosse presente qualcuno che lo potrebbe riferire alla sposa… beh…
Questo non vuol dire che non debba invitare i parenti o qualche collegamento con la sposa, ma che devi pensare bene alle possibili sfaccettature e conseguenze di ciò che stai organizzando.

Il significato dell’addio al celibato

Il nome stesso farebbe pensare che in questa serata dovrebbe esserci del sesso, ma non è vero. In teoria “Addio al celibato” può essere interpretato come «fino a ieri ero celibe e quindi potevo andare con ogni donna possibile, mentre da domani mi sposo e la fedeltà mi obbliga a non farlo più con nessun’altra». È vero, in teoria è così, ma la realtà è diversa perché l’esistenza stessa di un “addio al celibato” presuppone che ci sia già il vincolo di fedeltà. Lo sposo è comunque fidanzato e andare a letto con un’altra donna prima di mettersi l’anello significa far scoppiare la coppia. Il vero significato, invece, è la fine della “vita da single”: magari loro già convivono e fanno tutto insieme, quindi per una sera può fare come quando era single e poteva uscire fino a tardi. Quindi, tutto tranne il sesso (e altre cose pericolose).

La durata dell’addio al celibato

È a tua discrezione, può durare il tempo di un dopocena, può essere solo la cena oppure, ed è quello che ti consigliamo, potrebbe essere tutta una giornata. Magari una domenica in cui siete tutti liberi. Non è importante che sia esattamente il giorno prima delle nozze, potreste anche farlo un mese prima, l’importante è che sia speciale.

10 Idee per l’Addio al celibato

Il bello di organizzare un addio al celibato è quello di poter dar sfogo alla tua creatività e alle tue conoscenze della persona. Qui elenchiamo 10 idee che però possono essere adattate alla persona. Ad esempio, se fosse un tifoso da curva di una squadra di calcio, potrebbe essere quello di vedere la partita in uno skybox riservato e magari di poter incontrare uno dei suoi idoli… 

1 Scegli il tema di un film, di una serie tv o di un romanzo

La festa dovrebbe avere un tema. Ad esempio, gli piace “La casa di carta”? Vestitevi tutti con una tuta rossa e la maschera bianca di Dalì per tutto il tempo della serata. Gli piace “Arancia Meccanica”? Gli piacciono i libri di Stephen King? Potrebbe essere una festa a tema Halloween o chissà cosa.  

2 Il “rapimento”

Lui ovviamente deve essere all’oscuro di tutto. La festa potrebbe cominciare così. Con i suoi amici fissate il giorno della festa e uno di voi, un complice, va a trovarlo a casa e poi, con una scusa, lo porta al bar o comunque fuori casa. A quel punto gli fa fare un percorso specifico dove non ci sia molta folla e a quel punto si ferma la vostra auto e lo caricate. Dovreste essere riconoscibili (ad esempio, indossare delle fasce con scritto “addio al celibato” o, se vi siete mascherati da “La Casa di Carta”, non indossare le maschere di Dalì) perché, insomma, non dovete creargli il panico. Il senso del “rapimento” è di fargli capire che comincia una giornata speciale, non di fargli venire un infarto.

3 Il calcetto alternativo

Se siete degli sportivi e ogni giovedì andate a giocare a calcetto, potrebbe essere divertente organizzare una partita di uno sport differente. I consigli sono il dodgeball e il bubble soccer.
– Il dodgeball: È l’evoluzione della “palla prigioniera” a cui si giocava da bambini. In pratica si tratta di tirare la palla addosso alle altre persone cercando di colpirle e queste a loro volta devono evitarle, oltre ad altre regole. Hai visto il film “Palle al balzo”?
– Il soccer ball: È un calcetto che però si gioca all’interno di alcune palle di gomma gonfiabili: restano scoperti solo i piedi. È un calcetto speciale perché lo scontro fisico è un elemento essenziale e dove spesso si cade senza però farsi male perché si rimbalza. Normalmente viene utilizzato molto nel team building, ma può essere usato anche per l’addio al celibato. 

4 L’amico a sorpresa (lontano o prima litigato)

Metti che lo sposo abbia un caro amico che vive in un’altra città, è ovvio che non si aspetta che questi sia presente. E infatti non lo sarà: quando comincerete la giornata lui si renderà conto che questi non è presente. Passeggiando, però, incontrerete un cantante di strada truccato con barba folta, cappello e abiti trasandati che si sta esibendo sul ciglio della strada. Quando gli passate davanti, devi sfidare lo sposo a cantare una canzone che decidete voi o altrimenti dovrà pagare una penitenza. Appena inizierà a cantare, il cantante da strada si toglie il cappello e la barba e l’effetto sorpresa sarà garantito!
Puoi fare lo stesso con una variante: fai litigare furiosamente lo sposo con il suo migliore amico, per via di una qualsiasi scusa, il giorno prima dell’addio al celibato. Ovvio che lui non se lo aspetta il giorno dopo e invece scoprirà che il cantante da strada sarà proprio questo migliore amico che rivelerà come la litigata era solo un pretesto.

5 Body Sushi o cena club spogliarelli

Se proprio non resisti alla tentazione di organizzare un addio al celibato hot allora puoi pensare ad un body sushi (mangiare sul corpo seminudo di un’altra persona) che però non è molto diffuso in Italia e allora potresti ovviare con un vostro amico che si presterà a questa cosa (non sarà nudo, però, ma vestito) trasformando questa cosa in un momento di grande ilarità. In questo caso, però, devi “caricarlo” di aspettative anticipandogli che ci sarà il body sushi! Poi, si chiama “body sushi” perché a New York si usa con il sushi, ma tu puoi usare ciò che vuoi, meglio se qualcosa di secco (patatine fritte in bustina e non una zuppa o spaghetti al pomodoro).
L’alternativa è la cena in un club di spogliarelli. Ce ne sono, basta cercarli nella tua città.

6 Bacio o penitenza (latte perché non beve il latte)

Dopo l’inizio dell’addio al celibato, andrete in giro per la vostra città indossando fasce che stabiliscano chiaramente che state facendo questo tipo di festa. A quel punto dovete sfidare lo sposo: deve fermare delle ragazze e convincerle a farsi dare un bacio sulla guancia: se queste accettano allora le regalate un palloncino con scritto “Grazie!” o quello che volete, se invece rifiuterà lo sposo dovrà fare una penitenza.

7 L’intervista doppia

Hai presente quelle de “Le Iene”? Prepara una serie di domande anche piccanti e poi con lo smartphone riprendi le risposte che entrambi gli sposi daranno in località diverse senza conoscere le risposte dell’altro. Poi con un programma di videomontaggio monta le varie risposte proprio come se fossero quelle dello show di Italia 1. A matrimonio fatto, magari al momento del dolce al rinfresco, trasmettilo su una tv nel locale o guardatelo su un computer.

8 Fotomontaggio della fidanzata con Playboy

Sarebbe carino anche lasciargli un “regalo” un po’ piccante. Ad esempio, puoi scaricare delle copertine di Playboy o di altre riviste spinte e fare un fotomontaggio mettendoci la testa della sua fidanzata e poi scrivergli messaggi ironici tipo “prima del matrimonio…”

9 Il viaggio

Se avete soldi e un po’ di tempo libero potete anche pensare di fare un viaggio. Dipende dal budget, ovviamente, potete andare all’estero o in una spa vicino casa. Potete fare un weekend in una grande città o una settimana in un resort. Una sorta di “ultimo viaggio con gli amici” anche se poi, magari, ne farà anche altri in futuro: matrimonio non vuol dire clausura. 

10 Lo strip tease “anziano” (lui bendato)

Riprende il concetto del body sushi alternativo!
Non sarà un vero e proprio streaptease, ma una situazione goliardica. Per farlo devi ingaggiare una attrice che sia avanti con gli anni e che si presti a giocare con voi. Nulla di erotico, è solo un gioco!
Preannunciagli che a fine serata ci sarà uno striptease, anzi, ripetiglielo più volte durante la giornata per fargli salire le aspettative. Poi, dopo la cena, digli che è arrivato il momento speciale: chiedi al ristorante di coprire l’area dove si svolgerà lo “spogliarello” e benda lo sposo. Fai partire la musica (“You Can Leave Your Hat On” di Joe Cocker o “Love Me Like You Do” di Ellie Goulding) ed entra l’attrice che si atteggerà come se stesse facendo uno spogliarello. Spruzza nell’aria anche un po’ di profumo. Lo sposo non deve toccare, deve solo immaginare. Tu e gli altri invitati fate un po’ di casino come se stesse succedendo chissà cosa, poi ad un certo punto gli dici «Sei pronto? Prometti di non fare casino visto che stai per sposarti?». Quando lui dirà sì, gli togli la benda!

 

Credit foto: “Una notte da leoni”, Giphy

quootip | back to top