Domanda: Quando acquisto l’insalata spesso devo buttarla perché non riesco a finirla tutta. C’è un modo per conservare l’insalata più a lungo?

Quando lavoriamo tutto il giorno e torniamo tardi a casa, ci ritagliamo un giorno a fare la spesa per tutta la settimana. Questo va bene per alcuni prodotti, ma non per quelli che si deperiscono subito. Tra quesi c’è l’insalata che tende a rovinarsi quasi subito se non consumata. Ecco, come conservare l’insalata per farla durare di più?

Il metodo c’è (riportato dal NYC times) ed è molto semplice:

Depura l’insalata: Prima di tutto devi eliminare le foglie esterne che noti subito essere marce o annerite. Lo stesso vale per il gambo: devi togliere tutto ciò che potrebbe rovinare anche il resto dell’insalata.

Lavala subito: È importante buttare via i contenitori che la contengono (buste ecc.), dividi le foglie dagli steli lava tutto con acqua fredda. Non una sciacquata veloce, ma un lavaggio fatto bene. Meglio se fai anche un lavaggio in ammollo in acqua e bicarbonato per una decina di minuti almeno (e poi sciacquarla bene nuovamente).

Togli l’acqua: L’hai lavata bene? Ecco, ora va asciugata il più possibile per eliminare l’acqua e l’umidità. L’insalata si rovina proprio per l’umidità che resta. Utilizza quindi una centrifuga manuale. Se non basta e le foglie sono ancora bagnaticce allora stendile su un canovaccio asciutto e tamponale con la carta assorbente.

Usa un contenitore: Prendi un contenitore di plastica e fodera il fondo con della carta da cucina assorbente. Poi mettici dentro l’insalata. Sigilla il coperchio e mettilo in frigo. La carta assorbente assorbirà l’umidità in eccesso e ti permetterà di conservare l’insalata anche fino a 10 giorni.

Oppure le buste per alimenti (con zip): Sono le buste che usiamo per i surgelati, ma è importante che siano quelle che si possono chiudere ermeticamente. Dopo aver lavato e asciugato l’insalata, poggiala su un rotolo di carta assorbente e poi falla rotolare. Una specie di involtino, per intenderci. In questo modo riponila all’interno della busta. Fai uscire più aria possibile dalla busta, poi chiudila e mettila nel cassetto più fresco del frigo.

 

Foto: congerdesign (Pixabay)

quootip | back to top