Cos’è il WHELMING: Come gestire chi finge di avere tante richieste

Domanda: Sono uscita con uno di Tinder che a un certo punto ha iniziato a parlarmi di tutti i match che ha sul suo profilo, dei messaggi che gli arrivano… ma è normale questa cosa?

Sì e si tratta del “Whelming”. Immagina questa situazione: una coppia si conosce su uno di questi siti e si dà appuntamento in un ristorante o in un locale per bere qualcosa. A un certo punto uno dei due comincia a far notare all’altra che è tempestato di richieste da parte di altri utenti che vogliono uscire con lui. Una volta questo tizio veniva definito un “ca**aro”, uno sborone, uno sparaballe, uno che pensava che facendo vedere i suoi successi con le donne avrebbe avuto più successo con altre donne. Nella sua testa c’era l’idea che comportandosi così avrebbe spinto la donna a cadere fra le sue braccia per uno spirito di competizione. 

Ads
COS’É IL WHELMING

Oggi chi agisce in questo modo fa “whelming”, secondo il termine coniato dalla giornalista americana Patia Braithwaite e indica quella sensazione che molti hanno provato al primo appuntamento, soprattutto se questo è avvenuto in conseguenza a un sito o una app di incontri. Si tratta proprio di questo: quando ci si “lamenta” di essere troppo popolare e di non sapere come gestire tutta questa fama. La giornalista ha scoperchiato un vero vaso di pandora quando ha twittato una domanda ben precisa:

«Ciao a tutti! Qualcuno di voi ha avuto un appuntamento online con qualcuno che si è LAMENTATO sul numero di “match” che ha avuto (invece di, ovviamente, flirtare con voi?)». 

Le testimonianze sono state tantissime e hanno mostrato che questa pratica è molto diffusa. In fondo, dall’avvento dei siti di incontri e soprattutto di Tinder, il modo di conoscersi è molto più veloce: si scorrono le varie foto e si invia il match, e questo fa sì che chi li riceva si senta pieno di successo. Ma è davvero così? Dipende, ma l’importante non sono i match ricevuti, quanto l’usarli per avere un beneficio in un incontro reale.

“Appuntamento con l’@more”: ok il match dell’algoritmo, ma un primo appuntamento così… anche no!

PERCHÉ MOLTE PERSONE FANNO IL WHELMING?

Le motivazioni possono essere tante e vanno dalla necessità di rafforzare la propria autostima in modo narcisistico alla volontà inconscia di avere il controllo della situazione mettendosi in una posizione di forza rispetto all’altro. C’è anche la tendenza ad accumulare partner più che a cercare quello/a giusta e questo è il lato negativo delle app di dating. Nascono come un modo per rendere più semplici le relazioni (e quindi i sentimenti), ma finiscono per avere l’effetto opposto: le complicano perché non si ha più interesse a fermarsi con un partner per conoscerlo bene quando si hanno migliaia di altre opportunità. È come andare al supermercato e acquistare un cibo già pronto: perché leggere una ricetta, acquistare gli ingredienti, prepararla e attendere i tempi quando c’è già pronta solo da mangiare?

Ads
SE INCONTRI UNO CHE FA IL WHELMING

Può capitare a tutti, ovviamente, e se dovesse succederti fermalo un attimo e chiedigli chiaramente se pensa che andrai a letto con lui perché lui ha un sacco di match. Ribadiscilo:

«Cioè, mi spiego meglio, credi davvero che sentendoti dire queste cose, io ora mi ecciti tutta?».

Lui lo fa per sentirsi figo, ma tu puoi sceglierlo di riportarlo con i piedi a terra. Poi, ovvio, scelta tua: se ti piace e ti sta bene puoi restare lì oppure puoi andartene o aspettare e vedere se si tranquillizza.
Rifletti, però, perché se al primo appuntamento una persona pensa a “farsi pubblicità” piuttosto che a te, chissà cosa farà più avanti.

No vabbè, se incontri uno così…

 

Credit foto: StockSnap (Pixabay)

Ads
Ads

Start typing and press Enter to search

quootip | back to top