La PET THERAPY ti salva la vita: Meno infarti, pressione più bassa

Sei in: Home > People & Pet > Animali > La PET THERAPY ti salva la vita: Meno infarti, pressione più bassa

Clicca per ascoltare l'articolo.

Domanda: Da quando il mio cane è morto mi sento svuotata e triste. È possibile che la Pet Therapy, avere un amico animale, aiuti la nostra salute?

Ormai la Pet Therapy non è più qualcosa di strano e tutti (quasi tutti, purtroppo) hanno capito che gli animali ci fanno stare bene e migliorano il nostro umore e la salute. In generale c’è sempre una maggiore sensibilizzazione verso l’importanza che hanno gli animali domestici, in particolare i cani, per le persone e di conseguenza molte strutture alberghiere e spiagge hanno iniziato ad ospitarli senza problemi.
Oggi, oltre che di “Pet Therapy”, si inizia a parlare di “Pet Factor”, definizione che si basa sulla convinzione che la presenza di animali domestici aiuta le persone a migliorare la loro vita, rendendole più socievoli e fornendo anche un supporto emotivo.

A sostegno di questa idea, uno studio svedese pubblicato su “Nature” svolto nell’arco di dodici anni e che ha coinvolto oltre tre milioni e mezzo di persone di età compresa tra i 40 e gli 80 anni.
Lo studio è una prova scientifica importante perché rivela che i proprietari dei cani hanno un rischio di morire di malattie cardiache e infarti il 23% inferiore rispetto a chi non ha un cane. Questo risultato è largamente legato alle abitudini delle singole persone che tendono a cambiare quando hanno un cane, infatti si tende ad uscire più spesso, camminare di più, socializzare di più e chiudersi meno in se stessi.

Sei un po’ giù? Poi guardi loro… (via Giphy)

Non solo, ricerche dell’“American Heart Association” hanno anche scoperto che tenere il guinzaglio per controllare il proprio cane abbassa la pressione sanguigna e il battito cardiaco. Un altro studio ha coinvolto 5.200 giapponesi proprietari di cani scoprendo che erano in una forma fisica migliore rispetto a chi non aveva un cane e il 54% era più disposto ad avere un livello di attività fisica raccomandato. Questo vale soprattutto per le persone che vivono da sole, le quali in assenza di un cane di cui prendersi cura, hanno una maggiore tendenza a lasciarsi andare e ad uscire poco di casa, e di conseguenza ad essere più inclini alla depressione.

 

Credit foto: 27707 (Pixabay)

© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top