SEPARAZIONI: Gli adulti imparino da Sangiovanni e Giulia

La pandemia è stato un grande esperimento sociale per le coppie. Stare insieme h24 poteva essere devastante. Lo è stato? Dipende dalle fonti:

Ads
  • Boom di separazioni: i dati dell’Associazione nazionale divorzisti italiani ha mostrato che nel 2020 c’è stato un aumento delle separazioni del 60% rispetto al 2019: il 40% sono per infedeltà coniugale, anche virtuale, il 30% per violenza familiare e il 30% altre cause.
  • Nessun boom di separazioni: i dati della sezione Famiglia del Tribunale di Roma elaborati dall’Associazione Diritto e Psicologia della Famiglia (Dpf) dichiarano che c’è stata una diminuzione del 15% del numero delle separazioni rispetto all’anno precedente. Sono aumentate le separazioni consensuali, ma di poco (+2%).

Certamente ognuno di noi ha avuto modo di vivere la coppia in modo più profondo: le ore di lavoro, gli impegni, le uscite con gli amici… prima si finiva per stare con il proprio partner solo nelle ore notturne o in vacanza, ora ci siamo stati h24, e questo deve averci insegnato molto. L’idea che stare sempre insieme possa essere un problema, però, è solo un pregiudizio e questo lo dimostrano anche le tante coppie che oltre alla vita privata hanno anche un’attività in comune. Avere come “socio” la persone che si ama non è un problema, anzi, è un punto di forza.

IL CASO DI SANGIOVANNI E GIULIA

È solo un caso, ma nell’edizione di “Amici” che si è beccato in pieno la pandemia ad arrivare fino in fondo è stata proprio una coppia, quella formata dalla ballerina Giulia e dal cantante Sangiovanni: lei ha vinto, lui è arrivato secondo.
Sono stati competitor, potevano mandare in crisi anche la loro storia e invece…

«Noi in qualsiasi caso saremmo stati contenti. Veramente. Lui è stato felicissimo della mia vittoria: durante tutto il percorso, il Viaggio, sia nei pomeridiani che nelle serate ha vinto tutto quello che poteva vincere. Certo, questa sarebbe stata la ciliegina sulla torta… Però mi ha pure detto: “Forse sarei più felice se vincessi tu, Giulia, per il fatto di poter mandare un messaggio forte, poter essere d’esempio per tanti ragazzi a casa»

L’immagine che Giulia ha spiegato a “Chi” è enorme: davanti a una decisione che può condizionare la tua carriera, tu cosa fai? Sei disposto a far vincere il tuo amore. Considerando che sono stati sempre insieme in tutti questi mesi, bè, questo ci insegna molto: stare insieme non manda in crisi, anzi, fortifica:

Ads

«Quando ci siamo incontrati, si sono incontrati soprattutto i due bambini che sono in noi. Per il resto, quello che ci siamo detti io e Sangio è che, comunque andrà, ci saremo sempre l’uno per l’altra»

UN AMORE SENZA LIMITI

Certo, il fatto che siano alla prima esperienza amorosa conta, perché a quell’età si vive tutto come se si fosse in un film, quindi anche l’amore è senza sfumature, ma a quell’età si è anche molto competitivi e mettere in secondo piano la carriera è importante. Conta anche il carattere e questo a prescindere dall’età:

«Lui è maturo dal punto di vista umano e anche da quello artistico, mentre io sono immatura e bambina nella vita ma determinata nell’arte»

Nella scuola si sono innamorati e si sono dati il primo bacio in una scena, questo sì, da film romantico, come lei ha raccontato a “La Stampa”:

«Abbiamo fatto le vacanze di Natale qui dentro e ci siamo conosciuti di più, compresi e avvicinati in tutti i sensi. Siamo stati lì lì per baciarci due volte ma non è successo e poi io non sapevo come si faceva ed ero imbarazzata. Mi chiedevo: sarò capace? Un giorno lui ci ha coperti con il cappuccio della felpa ed è stato bellissimo. Ci sentivamo mega osservati ma quando stavo sola con lui non pensavamo nemmeno al daytime o al serale. Ci preoccupavamo solo della redazione che ci stava vedendo dagli schermi interni ma è stata una cosa ingenua e bellissima»

Sangiovanni e Giulia bacio

In realtà lei lo aveva già notato:

Ads

«Lo avevo notato ai casting, il cappello calato ma, dalla mascherina si vedevano gli occhi, belli, celesti. Durante i casting ero come in estasi anche solo per il fatto di essere lì dentro, ma appena l’ho visto mi sono centrata, quasi calmata. Lo ammiro tantissimo e lo amo anche di più»

LUI SI È RIFATTO

Va detto che la vittoria ad “Amici” è importante, ma ciò che conta davvero è ciò che avviene dopo e in questo Sangiovanni ha già conquistato tutti con la sua “Lady”:

COSA POSSONO IMPARARE GLI ADULTI DA LORO

Purtroppo con il passare degli anni si tende a vedere i giovani come una minaccia o, comunque, come chi non ha ancora capito niente della vita. È come se diventando adulti ci si dimenticasse di come si era da giovani. È una sfida generazionale e purtroppo non si impara nulla con il passare delle generazioni: i quarantenni di oggi criticano i ventenni di oggi esattamente come venivano criticati 20 anni fa dai quarantenni di allora.
Invece molti adulti di oggi, cresciuti a suon di “Serendipity”, “Love actually”, “Il tempo delle mele”, “Grease” e tutti gli altri film romantici di 20 e più anni fa, sembra che abbiano dimenticato la forza dell’amore. È come se una volta sposati avessero abdicato al concetto stesso di amore che viene visto come impegni, gestione della famiglia, pagamento del mutuo ecc. È come se l'”amore vero” fosse quello da fidanzati, del corteggiamento, dei primi tempi, poi diventa abitudine, consuetudini, dato di fatto, scontato. L’amore dura tre anni, spiegava un libro di qualche tempo fa. Forse, e invece dovremmo farlo durare molto di più.

Dovremmo essere disposti a rinunciare a qualcosa in favore di chi amiamo. Dovremmo avere la forza di ragionare da “noi” e non da “io”. Dovremmo avere la consapevolezza di amare qualcuno che abbiamo scelto noi in ogni giorno della vita, e non solo quando si ammala l’altro o ci ammaliamo noi. L’amore inteso come “bisogno di un altro” è un amore limitato. Ecco perché sentire storie come quella di Sangiovanni e Giulia (ma anche di tante altre coppie) può essere un invito a risvegliarci.

Ads

Gli adulti sono stati giovani, hanno vissuto l’amore, cosa li ha spinti a cambiare? Le difficoltà? La competizione? Gli impegni? La pandemia ci ha mostrato che tutto può crollare da un momento all’altro, tranne l’amore di chi ci è accanto.

 

foto: @sangiovanni (instagram)

Ads

Start typing and press Enter to search

quootip | back to top