Domanda: Sto per laurearmi ma a quanto pare non basterà, dovrò continuare a studiare. Solo che non ho capito le differenze…

Se facciamo tutto in regola, sono più o meno 18 anni che studiamo, fra Elementari, Medie Inferiori e Superiori e l’università fra Triennale e Specialistica. Be’, non basta, bisogna fare di più. La scuola potrebbe essere riformata per fare in modo che 18 anni siano sufficienti per imparare tutto di un lavoro? Sì, ma purtroppo non è così, bisogna fare anche i Dottorati, gli Stage, i Tirocini, i Master… che confusione, che differenza c’è?

Dottorato di Ricerca 

– Cos’è? Il Dottorato di Ricerca è un corso di studio universitario. Ai partecipanti viene richiesta la partecipazione ad attività di studio o di ricerca su alcune tematiche finanziate dalla stessa istituzione scolastica o da un’azienda esterna (pubblica o privata) che sfrutta le capacità dell’Università per ottenere un risultato. Si conclude con un esame finale con cui si ottiene il titolo di dottore di ricerca. 

– Chi può partecipare? Può accedere al dottorato chi possiede una laurea specialistica (di cinque anni). Generalmente è a numero chiuso quindi bisogno superare un esame di ammissione per accedervi. L’esame consiste in una prova scritta ed un colloquio orale. 

– A cosa serve? Con il dottorato si ottiene il titolo di dottore di ricerca, alla fine del corso si avranno quindi le competenze necessarie per esercitare, presso Università, Enti pubblici o privati, attività di ricerca altamente qualificate. Ovviamente anche altro, ma la specializzazione è proprio quella di essere bravo nel cercare qualcosa che non è disponibile al momento, ovvero il risultato richiesto e sperato dal committente.

– Quanto costa? È previsto generalmente il pagamento di contributi per l’accesso e la frequenza dei corsi, che è variabile a seconda della materia e dell’ente da cui è attuato. È possibile ottenere delle borse di studio, per reddito o merito, per avere l’esonero dalle tasse.

Hai studiato sui libri e ti sei laureato. Bravo. Pensavi che avresti lavorato subito? Naaaa…

Stage o Tirocinio

– Cos’è? Lo stage o tirocinio formativo e di orientamento è un periodo di formazione presso un’azienda. La durata varia a seconda del tipo di stage e dell’azienda. Generalmente si va da un minimo di quattro mesi ad un massimo di due anni. 

– Chi può partecipare? Si rivolge a diverse categorie, i destinatari possono essere: gli studenti della scuola secondaria, dell’Università o corsi di qualifica e ospedalizzazione, i neodiplomati e i neolaureati.

– A cosa serve? È un’occasione d’oro di conoscenza diretta del mondo dei lavoro oltre che di acquisizione di una specifica professionalità. Al termine dello stage l’azienda può rilasciare al tirocinante una dichiarazione sulle competenze acquisite, utile ad arricchire il curriculum professionale. In alcuni casi è fondamentale per ottenere l’iscrizione all’albo.

– Quanto costa? Lo stage non ha costi per i partecipanti. Non prevede una retribuzione ma a discrezione dell’azienda è possibile un rimborso spese.

Master

– Cos’è? I Master sono dei corsi di specializzazione dedicati a tutti coloro che hanno conseguito o stanno per conseguire una laurea. In alcuni casi sono rivolti a professionisti interessati a perfezionare le proprie competenze.

– Chi può partecipare? Il Master si rivolge a chi intende continuare ad approfondire gli studi dopo la laurea, a chi vuole allargare le proprie conoscenze in altre aree, a chi vuole applicare le nozioni acquisite nei corsi. I partecipanti vengono selezionati in base alla motivazione, alle conoscenze e alla capacità.

– Quali tipi di Master ci sono? Il Master universitario si suddivide in primo e secondo livello. Quelli di primo livello sono per gli studenti che hanno conseguito la laurea triennale, mentre al Master di secondo livello possono accedere tutti coloro che hanno conseguito una laurea del vecchio ordinamento o una laurea specialistica, quindi di cinque anni.

 

Credit foto: Free-Photos (Pixabay), Giphy

quootip | back to top