MATRIMONIO AL TOP: 10+1 consigli per goderti il giorno delle nozze (Covid compreso)

Domanda: Con il mio fidanzato stiamo preparando il nostro matrimonio e siamo tanto emozionati. Abbiamo, però, paura di dimenticarci qualcosa, potete aiutarci?

Non bisogna credere a chi dice che il matrimonio è la “tomba dell’amore”, che una volta sposati finisce tutta la magia e che “la cosa migliore del matrimonio è il divorzio”. Chissà perché la gente tende a voler fare il comico nella vita! In realtà il matrimonio è un’esperienza meravigliosa che, certamente fra alti e bassi, rende più bella e significativa la vita di una persona. Se l’amore comincia il giorno in cui i due fidanzati si innamorano, il matrimonio invece comincia con la cerimonia che deve essere speciale perché è uno dei giorni più felici della vita di una persona. Nella vita ci sono pochi giorni dove, da 1 a 10, la felicità è 10, e le nozze sono uno di questi. 

Ads

Ecco, no, questo va evitato!

Stai preparando il tuo matrimonio? Ecco un piccolo vademecum con 10 suggerimenti per fare in modo che tutto sia speciale:

1) Basta preoccupazioni

Rimuginare tutto il tempo non ti servirà a molto, quindi prepara una lista accurata di tutte le cose necessarie per il matrimonio: prenotare la Chiesa o il comune, fare le pratiche burocratiche, scegliere e acquistare i vestiti, compilare la lista degli invitati, preparare le partecipazioni e inviarle, decidere i testimoni, selezionare il catering e scegliere il menù, trovare un bravo parrucchiere e un ottimo fotografo, gli addobbi, i regali, il viaggio di nozze, le bomboniere e così via, scendendo sempre più nel dettaglio. Poi datti delle scadenze entro cui devi fare ogni singolo passo. 

2) Prepara un piano B per tutto

È vero che “sposa bagnata, sposa fortunata”, ma prevedere un pranzo con 200 invitati all’aperto e poi scoprire il giorno stesso che c’è un temporale potrebbe rovinare tutto. Pensa a cosa potrebbe andare storto: il testimone che si ammala, l’abito che si rompe, la pioggia ecc. Per ogni problema pensa ad una possibile soluzione. Pensarlo ai problemi e alle soluzioni in anticipo ti farà sentire al riparo da tutto!

Ads
3) Attenti alle spese

Se hai la fortuna di avere un budget illimitato, be’, sfogati, altrimenti un matrimonio low cost è possibile: tanto per cominciare potresti noleggiare gli abiti, potresti scrivere a mano su dei bei cartoncini colorati le partecipazioni, il prezzo dell’addobbo floreale potresti dividerlo a metà con la coppia che si sposerà prima di te. 

Al trucco e all’acconciatura potrebbe pensare la tua parrucchiera usuale, chiedi a un tuo amico che sa usare bene la macchina fotografica di realizzare l’album delle foto e invece del pranzo potresti optare per un aperitivo con buffet che ultimamente va anche molto di moda.

4) Trovati un aiuto

Organizzare un matrimonio non è semplice e tu hai anche una vita. Quindi fatti aiutare, coinvolgi il futuro sposo, i parenti o, alle strette, contatta un wedding planner. Ti costerà un po’ di più ma ne va della tua salute. Delegare, inoltre, non sarà facile perché tu hai già tutto in testa, ma devi sforzarti per fare in modo che ciò che immagini avvenga nella realtà. 

Ads
5) Pensa al giorno perfetto per voi sposi, non per gli altri

Tutti gli sposi all’inizio pensano di organizzare il “loro” matrimonio ma poi si ritrovano coinvolti in decisioni che loro detestano solo per far felici gli invitati. È chiaro che devi scendere a compromessi, ma ricordatevi che a sposarvi siete voi due, e che chi è venuto alla cerimonia e al rinfresco lo fa perché vi vuole bene. Volete essere originali? Fatelo e non preoccupatevi della reazione: al massimo sarete ricordati come gli sposi del “matrimonio più strano dove sia mai stato”. Ed è sempre bello essere ricordati!

6) Sii chiara con il partner

La cosa più importante è che fin dall’inizio sia chiara con te stessa e con gli altri e non credere che il matrimonio cambierà i lati dell’altro/a che non ti piacciono perché questo non succederà. Se hai deciso di sposarti impara ad accettare tutti i suoi difetti e tutte le sue idee circa l’organizzazione della casa, l’educazione dei figli che magari potranno venire ecc.

Deve essere il vostro giorno, non quello degli invitati. Ricordatevelo sempre.

7) Un momento solo per te

Non dimenticarti di dedicare sempre un momento a te, ai tuoi interessi, qualche ora da trascorrere in palestra, un corso di ballo o semplicemente una passeggiata. Questo ti aiuterà a distrarti e ad allentare la tensione, ma continua anche dopo: quando ci si sente liberi si sta meglio anche in due e prendersi i propri spazi non significa farlo con prepotenza, ma con comprensione e rispetto nei confronti dell’altro. 

Ads
8) Non trascurare lo sposo

Un atteggiamento da evitare è trascurare il tuo partner per immergerti completamente nell’organizzazione: se ne renderà conto e non ne sarà felice. Continua invece a confrontarti anche sulle questioni di tipo pratico, mettilo al corrente di tutto, coinvolgilo, non smettete di parlare. Comunicare con l’altro è fondamentale, e tra l’altro sarà la decisione che vi farà stare insieme per sempre. Siate chiari su tutto, non abbiate segreti, apritevi. Ora o mai più. 

9) L’addio al celibato/nubilato

Non puoi scampare e poi perché dovresti? È uno dei momenti più divertenti di tutta l’organizzazione e, per molte, è anche il momento in cui ci si rende conto che è tutto vero. Non devi organizzarlo tu, lascia che siano i testimoni, le amiche del cuore, lasciati sorprendere, fai fare a loro. Questa parte non deve competerti.

10) Ridi e divertiti

Un po’ di positività non fa mai male, quindi, se possibile, niente musi lunghi ed evita di essere perennemente contrariata o stressata: stai per sposarti, è una cosa bella! Lasciati andare e non dimenticare mai di sorridere e di sdrammatizzare. Gustati tutta questa avventura perché lo farai una volta sola nella vita e il giorno dopo già ti mancherà. Evita di fare come molti che anni dopo, ripensando a questo periodo, rimpiangono: «Ah, avrei voluto godermela di più!». Tu ci stai in mezzo, il momento è desso.

Ads

10+1) Il Covid

Puoi far finta che non ci sia, puoi cercare di dimenticartelo, ma non funziona così. Purtroppo il Sars-CoV-2 esiste e bisogna farci i conti. Non devi farti abbattere però. Intanto ci sono le regole del protocollo del CTS, e poi devi sforzarti a considerare questo periodo come qualcosa che ti ricorderai per tutta la vita. Fra 40 anni, racconterai ai tuoi nipoti del matrimonio specciale fatto dai loro nonni. Loro studieranno questo periodo nei libri di scuola, nei documentari, nelle serie tv e nei film che faranno: per loro, voi sarete i loro testimoni viventi di questo periodo.
Quindi, butta la depressione perché il Covid non ti permette “il matrimonio che hai sempre sognato” perché invece questo periodo è proprio il tocco in più!
Anzi, sfiziati, metti in moto la creatività: disponi i tavoli a distanza ma con una disposizione divertente. Si può ballare per 15′ massimo? E allora fai una playlist breve ma chirurgica. Insomma, divertiti. È il tuo giorno. Non dimenticartelo.

Ecco, non dimenticartelo, perché la tentazione potrebbe essere di dimenticarti e fregartene delle regole. Ecco, no. Pensa che tristezza se il tuo matrimonio diventasse un focolaio Covid con gli invitati ammalati a causa delle tue nozze. Che dici, quello non sarebbe peggio?

 

Foto: @cottombro (Pexels), Giphy

Ads
Ads

Start typing and press Enter to search

quootip | back to top