Domanda: Quando vado al ristorante lascio sempre tanto cibo e mi dispiace sprecarlo. Mi hanno parlato della doggy bag. Cos’è?

Se non hai mai sentito parlare di doggy bag, be’, è il momento di comprarne una! Nell’era dell’economia circolare in cui lo spreco è moralmente vietato, andare al ristorante e lasciare mezza pizza nel piatto è folle. Potremmo dire, un comportamento del secolo scorso! Quando vai al ristorante o al bar e lasci qualcosa sul piatto, non vergognarti, ma tira fuori il tuo contenitore e portati a casa il cibo avanzato. Un comportamento da barboni? Ma quando mai, questo pregiudizio ce l’abbiamo solo noi italiani (ancora oggi il 25% degli italiani pensa che sia “volgare, da maleducati e da poveracci”), all’estero è del tutto normale. E intelligente.

PERCHÉ SI CHIAMA DOGGY BAG

Si chiama “doggy bag” perché nasce con l’idea di portare il cibo avanzato a casa per darlo da mangiare al proprio cane. Una volta la scusa era quella. Soprattutto durante i pranzi e le cene da cerimonia, c’era qualcuno che chiedeva ai camerieri di potergli fare un pacchetto con gli avanzi per portarli al proprio cane che era rimasto a casa. Oggi di quella motivazione è rimasto solo il nome, anche se c’è ancora chi si vergogna a dire che vuole portarsi via il cibo per sé e quindi inventa la scusa del cane. Basta vergognarsi: ogni anno si spreca il 30% dei pasti ordinati

QUALCOSA STA CAMBIANDO

Per fortuna, ora le cose stanno cambiando grazie ai giovani che essendo più abituati a viaggiare all’estero hanno scoperto che il portarsi gli avanzi a casa non è visto di cattivo occhio, anzi, è la normalità. E anche le istituzioni se ne stanno accorgendo: nel 2014 la Corte di Cassazione ha sancito il diritto dei clienti dei ristoranti, delle pizzerie e delle tavole calde, di portarsi il cibo avanzato a casa. Recentemente, inoltre, Fipe (Federazione pubblici esercizi) e Comieco (Consorzio per il riciclo carta e cartone) hanno fatto un accordo per dotare i ristoranti di una doggy bag da dare ai clienti che la richiedono. Il problema è che sono pochi i ristoranti che ce l’hanno. Infine, c’è una proposta di legge che punti all’obbligo dell’uso della doggy bag o, almeno, all’obbligo per i ristoratori ad avere una doggy bag a richiesta del cliente: le multe sarebbero a partire dai 25 fino ai 125 euro.

12 DOGGY BAG DA USARE ALL’OCCORRENZA

Come fare allora? Ci pensiamo noi! Ecco 12 doggy bag che puoi portarti tranquillamente in giro con te e portarti a casa il cibo che non ti va più di mangiare al ristorante. I tuoi amici ti prenderanno in giro quando la tirerai fuori? Forse la prima volta, appena capiranno che è molto utile ti chiederanno dove l’hai comprata. 

DI CARTA

25 confezioni. Dimensioni: 13,1 x 10,7 x 6,2 cm. 14 euro. Acquista qui.

71JXss+lBXL. AC SL1500

25 confezioni. Dimensioni: 15 x 15 x 7 cm. Prezzo: 35 euro. Acquista qui.

 

71Alex MwEL. AC SL1500

24 pezzi. Dimensioni: 14 x 6 x 11 cm. 15,99 euro. Acquista qui.

IN POLISTIROLO

Dimensione: 39,5 x 29,5 x 17 cm. Prezzo: 18,51 euro. Acquista qui.

IN TESSUTO
715xeF gNaL. AC SL1500

Dimensioni: 25 x 16 x 20 cm. Prezzo: 15,59 euro. Acquista qui.

IN PLASTICA
71Uv+EFfRUL. AC SL1500

Dimensioni: 18.3 x 10.5 x 10.7 cm. Prezzo: 50 euro (spesso in offerta anche con il 40% di sconto). Acquista qui. C’è anche nella versione in rosa.

61ITHGrIR4L. AC SL1000

Dimensioni: 17x13x10 cm. Prezzo: 13,99 euro. Acquista qui.

IN TESSUTO
91QyscohQ1L. AC SL1500

Dimensioni: 20 x 26 x 8 cm. Prezzo: 14,95 euro. Acquista qui.

71MEm9v2gKL. AC SL1200

Dimensioni: 21 x 15.5 x 16.5 cm. Prezzo: 20,58. Acquista qui.

61DNa8lCg4L. AC SL1200

Dimensioni: 29 x 29 x 12,7 cm. Prezzo: 12,85 euro. Acquista qui.

61hiWcJYcFL. AC SL1200

Dimensioni: 27 x 22 x 11,5 cm. Prezzo: 19,98 euro. Acquista qui.

71DknVrGC9S. AC SL1500

Dimensioni: 24 x 17 x 21.5 cm. Prezzo: 12,99 euro. Acquista qui.

 

PENSA A CHI NON HA DA MANGIARE

Il mondo è pieno di persone che non hanno la possibilità di avere un pasto caldo come ce l’hai tu. Questo non deve spingerti a mangiare meno per compassione, ma a fare qualcosa per aiutarli. La doggy bag può essere una soluzione: prendi tutto il cibo avanzato e anziché buttarlo, mettili in questi contenitori e portali alla Caritas o ad alcune associazioni di solidarietà che si occupano proprio di questo. Ciò che non vale più per te, varrà tantissimo per qualcun altro.

 

Foto: Pelageia Zelenina (Pexels)

© Riproduzione riservata.