Cosa sono i 5 TIBETANI, i benefici per il corpo e la guida per farli a casa

Domanda: Un’amica mi ha consigliato di fare i “5 tibetani” ma non so cosa siano. A cosa servono? Quali benefici si hanno?

Se non ne hai mai sentito parlare, forse dovresti informarti di più (e ci siamo noi) perché i 5 Tibetani possono essere una svolta per il tuo benessere. Si tratta di una serie di esercizi yoga che migliorano il nostro stato psicofisico attraverso la riattivazione dei chakra, ovvero i centri energetici del nostro corpo. Che tu ci creda o no, che tu abbia provato davvero i benefici di lavorare sui chakra o se ti sembra che sia solo una roba new age, be’, il consiglio è comunque di provarci perché i benefici sono enormi.
Sono sequenze yoga antiche di oltre duemila anni, ma a farli conoscere al mondo fu l’americano Peter Kelder che nel 1939 pubblicò il libro “The eye revelation” che svela gli esercizi da fare per almeno 3 volte: poi con il tempo si aumentano le ripetizioni fino ad arrivare a 21 ripetizioni. Comunque, non è un antinfiammatorio chimico e per i primi benefici serve del tempo, almeno un paio di mesi.

Ads
5 TIBETANI, I BENEFICI SULLA SALUTE

I chakra su cui lavorano i 5 tibetani sono: corona (ghiandola pituitaria), fronte (ghiandola pineale), gola (tiroide), cuore (timo), plesso solare (pancreas), milza (gonadi) e radice (ghiandole surrenali) che, come noterai, sono le ghiandole che agiscono sulle funzioni del sistema endocrino mantenendo l’equilibro funzionale.
In generale, si hanno benefici sulla circolazione del sangue, dell’ossigeno, allenta la tensione, attenua gli effetti della menopausa, migliora il metabolismo (e quindi il peso), l’insonnia, le vampate, l’irritabilità, il nervosismo, l’emicrania da stress, l’ansia, tonifica le braccia, rafforza i muscoli, ecc.

COMUNQUE…

È vero che lo yoga e la meditazione è adatta abbastanza a tutti, ma dipende da caso a caso. Se si soffre di qualche disturbo o si ha il sospetto che possa fare male, è meglio prima chiedere al proprio medico o a un fisioterapista.

GLI ESERCIZI DEI 5 TIBETANI

Si tratta di 5 esercizi yoga chiamati:

  1. La ruota
  2. L’Angolo
  3. L’Arco
  4. Il Ponte
  5. La Montagna

Vanno svolti: 3 volte la prima settimana, 5 volte la seconda, 7 volte la quarta e così via fino ad arrivare a 21 ripetizioni.
Importante, NON devi sentire dolore. Non sono prove di sopportazione.
Vediamo gli esercizi dei 5 tibetani nello specifico

1) LA RUOTA

In piedi con i piedi paralleli leggermente divaricati e le ginocchia flesse. Questa è la posizione base. L’attenzione è su un punto preciso del corpo, circa tre dita sotto l’ombelico.
Allarga le braccia con il palmo verso il basso e le dita distese.
Ruota il busto in senso orario aumentando piano piano la velocità.
Lo sguardo è fisso in un punto.
Respira.
Puoi ruotare da 3 a 12 volte, dipende da te.
Quando hai fatto, congiungi le mani sul petto come se pregassi (il “Namasté” indiano).

2) L’ANGOLO

Distesa supina (quindi usa un tappetino), le braccia lungo i fianchi.
Inspira e solleva la testa, piega le ginocchia al petto e stendi le gambe verso l’alto, tese. I piedi a martello.
La schiena deve aderire al tappeto.
Resta così per qualche secondo.
Espirando, abbassa le gambe.

3) L’ARCO

In ginocchio, le gambe sono leggermente divaricate, i talloni sollevati e le dita dei piedi puntate a terra.
La testa è appoggiata sullo sterno e le mani sui glutei. La mandibola è rilassata.
Respira 3 o 4 volte prima di iniziare.
Inspira e piega la schiena indietro, come a formare un arco.
Resta così per qualche secondo.
Espirando, torna all’inizio.

4) IL PONTE

Seduto a terra (non su una sedia) con le gambe distese e i piedi paralleli, le braccia lungo i fianchi e le mani ai lati del sedere, con le dita in avanti.
Il mento è verso lo sterno.
Inspira e solleva il bacino da terra facendo leva sui talloni. La testa scende all’indietro.
Resta così per qualche secondo.
Espira e torna all’origine.

5) LA MONTAGNA

Disteso a pancia in giù, i palmi delle mani sono all’altezza del petto e appoggiate a terra.
La testa è verso lo sterno per allungare la cervicale. La fronte tocca il tappetino.
Divarica le gambe e fletti la punte piedi.
Inspira e solleva la parte superiore del corpo. Testa all’indietro e la bocca leggermente aperta.
Solleva il sedere verso l’alto, come fossi una V rovesciata.
Tendi i talloni verso terra e il mento verso lo sterno.
Espira tornando all’origine facendo tutti i passaggi in senso contrario.
Rilassati rimanendo supino ma flettendo una gamba verso la spalla con la testa flessa verso la gamba piegata.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Ecco alcuni video e i libri da leggere per avere delle informazioni più accurate.

Anche Gianluca Vacchi ha fatto un video in cui esegue i 5 tibetani:

I LIBRI PER SAPERNE DI PIÙ SUI 5 TIBETANI

E questi sono alcuni libri suggeriti:

Ads

I cinque tibetani – Peter Kelder

Perché sì: Gli Esercizi dell’Eterna Giovinezza!
Conoscevo già questo libro, per questo ho deciso di riacquistarlo per fare un regalo a mia sorella… È una breve storia da leggere in poche ore, che ci fa conoscere tramite riti semplici da esercitare ogni giorno con 5 esercizi yoga scelti da alcuni monaci tibetani per il nostro benessere quotidiano e che può darci la possibilità di rimanere giovani e vitali il più a lungo possibile. Credo che tutti dovrebbero leggerlo con un piccolo sforzo si possono ottenere grandi risultati e ve lo dice una che pratica i 5 tibetani da anni e che a 41 anni si sente ancora una 27enne.

I cinque tibetani. Applicazioni pratiche del manuale di Peter Kelder (Vol. 2)

Perché sì: Bello
Un libro molto interessante! Ho acquistato sia il primo che il secondo volume… Ma siccome ho ricevuto per primo il secondo volume, ho iniziato a leggerlo subito, morivo dalla curiosità. Potrete trovare oltre alla spiegazione due 5 riti, anche consigli alimentari e testimonianze di medici, giornalisti e altre persone che hanno cambiato il loro stile di vita seguendo i consigli di questo libro. Consigliato.

I cinque esercizi tibetani – Christopher S. Kilham

Perché sì: Peccato solo cinque stelle
Personalmente nell’adottare gli esercizi spiegati in questo libro, ho risolto il problema del mal di schiena. Da quando l’ho acquistato, quotidianamente li eseguo e sono fantastici. 5/10 minuti la mattina o la sera e vi porteranno beneficio. Da provare.

Ads

 

Foto: jeviniya (Pixabay)
Fonte: MelarossaGazzettaGel fit 

Ads

Start typing and press Enter to search

quootip | back to top