I segreti di VICTORIA TORLONIA per essere alla moda

Sei in: Home > Beauty & Fashion > Moda > I segreti di VICTORIA TORLONIA per essere alla moda

Clicca per ascoltare l'articolo.

«Per me avere stile significa avere consapevolezza del proprio corpo ed esaltarne le caratteristiche»: così parla Victoria Torlonia, astro nascente della moda cresciuta in quella fucina di talenti che è l’Accademia di Moda e Costume di Roma e consacrata alle passerelle nel corso dell’ultima AltaRoma2021 con la capsule collection Naturae.

Victoria, come nasce la tua passione per la moda e come sei riuscita a trasformarla nel brand “Victoria Torlonia”, che porta il tuo nome?
La moda è stata sempre una passione. Fin da bambina mi piaceva personalizzare i miei abiti con piccoli dettagli che li rendessero originali. Crescendo ho continuato ad amare questo mondo in tutte le sue sfumature coltivando anche la passione per la fotografia che mi è stata trasmessa da mio padre. Frequentare l’Accademia di Costume e Moda a Roma è stata il passo decisivo perché mi ha fornito gli strumenti giusti per trasformare la mia passione in un business.

Una delle tue ultime capsule collection, “Naturae”, presentata nel corso di Alta Roma 2021 si fa carico dell’importantissimo tema della sostenibilità ambientale. Ne tieni conto anche in fase creativa, per esempio nella scelta dei tessuti dei tuoi abiti?
La capsule Naturae si rifà al mondo della natura sotto diversi aspetti, dalla scelta dei colori, a quella dei materiali. Nel rispetto della sostenibilità cerco di optare per tessuti 100% naturali come la seta, il cotone, la pura lana, la viscosa. Ci tengo a contenere i consumi producendo un campionario per collezione, e mi affido a mani “artigiane”, tutte sul territorio italiano, con decenni di esperienza.

Di origini russe ma dal cuore profondamente italiano. Come si coniugano queste due anime nel modo di intendere la moda di Victoria Torlonia?
Il legame sta esattamente al centro, per così dire: la Russia è un Paese grande dalle grandi tradizioni: siamo tenutari, per esempio, delle più antiche tecniche di ricamo e ciò si coniuga perfettamente con la grande attenzione che l’Italia pone nei confronti dell’artigianato. L’Italia era in qualche modo il Paese perfetto dove realizzare il mio sogno.

Chi sono oggi le tue icone di stile? C’è una star italiana o internazionale che ti piacerebbe vestire?
Le mie icone di stile sono diverse, come è diversa la bellezza di ogni donna. Per me avere stile significa avere consapevolezza della propria fisicità ed esaltarne le caratteristiche. Se proprio devo scegliere un’icona da vestire direi Charlize Theron, donna e attrice che ho sempre ammirato per la sua bellezza e per la capacità di adattarsi a ruoli non sempre facili.

Si è da poco conclusa la settimana della moda a Parigi. In generale quali saranno le tendenze della prossima primavera-estate, a livello di capi e colori?
Le tendenze lanciate per la p/e 2022 sembrano ricondurre ai colori e alla vestibilità tipiche degli Anni ’90-2000: torna l’ombelico scoperto, la minigonna. In generale è tanta la voglia di spensieratezza, dopo il periodo difficile che abbiamo vissuto e ogni brand declina questo tema secondo i suoi canoni.

Un anno fa il caso della modella armena Armine Harutyunyan ha riportato all’attenzione il tema dell’inclusività della moda. Quanto ancora c’è da fare secondo te in questo senso? E qual è il tuo impegno per rendere l’alta moda sempre più alla portata di tutte, a prescindere da stantii canoni di bellezza o taglie?
Il caso della modella Armine Harutyunyan ci fa pensare a quanto sia difficile scardinare lo stereotipo della bellezza che per anni ci hanno proposto sulle passerelle. Una donna è femminile ogniqualvolta sia messa nelle condizioni di esserlo a prescindere dalla fisicità. Per questo credo molto nel valore della sartorialità e dell’artigianalità, perché facciamo sì che sia un abito ad adattarsi a chi lo indossa e non viceversa.

© Riproduzione vietata.
Consigli
CI TENIAMO ALLA TUA PRIVACY
Noi e i nostri fornitori selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Questo vale anche per la pubblicità dove noi e terze parti selezionate facciamo uso di queste tecnologie per raccogliere informazioni utili al fine di migliorare il servizio. La pubblicità sul sito è studiata per non apparire visivamente invasiva e per essere il più utile possibile.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra cookie policy. Puoi liberamente negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccando su personalizza, cliccando sulla x accetti la navigazione nel sito con i cookie tecnici, mentre se vuoi dare il tuo consenso clicca su accetta.
Puoi liberamente cambiare idea in qualsiasi momento.
quootip | back to top